Giorgio Tamassia, Recensione a F. Fabbrini (ed.), The Withdrawal Agreement, The Law and Politics of Brexit, vol. II, Oxford, Oxford University Press, 2020, pp. 336.

Questo testo accoglie una molteplicità di contributi aventi ad oggetto svolgimenti descrittivi ed esami valutativi, da un lato, della genesi istituzionale dell’accordo di recesso – “Withdrawal Agreement” – (stipulato il 24 gennaio 2020 tra il Regno Unito e l’Unione Europea ed entrato in vigore il 1° febbraio 2020), e, dall’altro, dei principali contenuti normativi dell’accordo … Leggi tutto “Giorgio Tamassia, Recensione a F. Fabbrini (ed.), The Withdrawal Agreement, The Law and Politics of Brexit, vol. II, Oxford, Oxford University Press, 2020, pp. 336.”

Pubblicato in: "NOMOS. LE ATTUALITA' DEL DIRITTO, Nomos, Rassegne critiche, recensioni, schede | Contrassegnato BREXIT, Fabbrini, Regno Unito, Tamassia, UE

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Rafforzamento del potere esecutivo e nuovo “unionismo”: si vanno delineando i contorni del disegno politico-istituzionale del Premier Johnson

Il manifesto conservatore presentato alle elezioni del 2019 e il Queen’s Speech dell’11 maggio scorso consentono di mettere a fuoco i contorni del piano del Premier Johnson per il futuro assetto politico-istituzionale del Regno Unito post Brexit. Ne emergono, da un canto, un progetto destinato ad un rafforzamento del potere esecutivo, e soprattutto del ruolo di … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Rafforzamento del potere esecutivo e nuovo “unionismo”: si vanno delineando i contorni del disegno politico-istituzionale del Premier Johnson”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos | Contrassegnato Caravale, Cronache costituzionali dall'estero, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Nord Irlanda: un problema della Brexit di difficile soluzione

L’ annuncio delle dimissioni della first minister nord-irlandese Arlene Foster da leader del Democratic Unionist Party (DUP) il 28 aprile chiude in modo emblematico il quadrimestre preso in esame in questa sede, quadrimestre segnato in modo particolare dalle forti tensioni esplose tra le comunità unionista e nazionalità che hanno messo in luce i fragili equilibri … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Nord Irlanda: un problema della Brexit di difficile soluzione”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali, Giulia Caravale, Nomos 1-2021, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Deal is done! Il prezzo della sovranità e le sfide per il futuro post Brexit

I rintocchi del Big Ben alle 23 del 31 dicembre 2020 hanno scandito e celebrato l’addio definitivo del Regno Unito all’Unione europea e posto fine al periodo di transizione iniziato 11 mesi prima. La Brexit è ora una realtà definitiva ed il Regno Unito affronta un futuro di nuove relazioni con l’Europa e con il … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Deal is done! Il prezzo della sovranità e le sfide per il futuro post Brexit”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato BREXIT, Brexit Deal, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2020, Regno Unito, sovranità, Unione Europea

Giulia Caravale, Gli Mps restano 650: Il Parliamentary Constituencies Act 2020 contro la riduzione del numero dei parlamentari del Regno Unito

ABSTRACT La riduzione del numero dei deputati della Camera dei Comuni, da 650 a 600, introdotta con il Parliamentary Voting System and Constituencies Act 2011 non è stata mai attuata. Nel dicembre 2020 è stato approvato il Parliamentary Constituencies Act 2020 il quale ha ripristinato il numero dei seggi e ha introdotto nuove regole per … Leggi tutto “Giulia Caravale, Gli Mps restano 650: Il Parliamentary Constituencies Act 2020 contro la riduzione del numero dei parlamentari del Regno Unito”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato 2020, collegi elettorali, Giulia Caravale, la riduzione del numero dei parlamentari, Nomos 3/2020, Parliamentary Constituences Act, Regno Unito, Saggi, sistema elettorale

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una tempesta perfetta? La fine del periodo di transizione, l’emergenza sanitaria e il problema del mercato interno

Due sono i principali temi che hanno dominato la scena politica britannica nel quadrimestre preso in esame: da un canto, le misure introdotte nelle quattro nazioni del Paese per fronteggiare la pandemia; dall’altro, la prosecuzione delle trattative con l’Unione europea per la definizione dei futuri rapporti, in vista della conclusione del periodo di transizione prevista … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una tempesta perfetta? La fine del periodo di transizione, l’emergenza sanitaria e il problema del mercato interno”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato BREXIT, Cronache costituzionali dall'estero, emerganza Covid-19, Giulia Caravale, mercato interno, Nomos 2/2020, pandemia, Regno Unito, Unione Europea

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Dalla Brexit all’emergenza sanitaria. Il Regno Unito sperimenta la forma di governo parla-virtuale

Il quadrimestre preso in esame in questo lavoro è stato profondamente segnato dalla pandemia causata dalla diffusione del Covid – 19. Una situazione di emergenza senza precedenti che ha messo a dura prova anche l’ordinario funzionamento delle istituzioni e ha dato il via ad inedite dinamiche nel rapporto Governo – Parlamento. L’anno si era aperto … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Dalla Brexit all’emergenza sanitaria. Il Regno Unito sperimenta la forma di governo parla-virtuale”

Pubblicato in: Nomos | Contrassegnato BREXIT, Cronache costituzionali dall'estero, emerganza Covid-19, forma di governo parla-virtuale, Giulia Caravale, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Dall’“oltraggio costituzionale” al trionfo elettorale

Dopo anni di incertezze e passi falsi gli ultimi quattro mesi del 2019 hanno rappresentato per il Regno Unito un periodo di svolta in cui il Paese è riuscito ad uscire dallo stallo della Brexit. Sono stati mesi particolarmente intensi in cui si è assistito ad un’insolita prorogation della Camera dei Comuni, alle dimissioni dello … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Dall’“oltraggio costituzionale” al trionfo elettorale”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2019, Regno Unito

Giulia Caravale, A volte ritornano … l’European Union (Withdrawal Agreement) Act 2020 ed il nuovo rafforzamento dell’esecutivo britannico

ABSTRACT The 2019 general election represents a very significant moment in British politics as the Conservatives won 365 seats, their best result since 1987. The election changed the relationship between Parliament and Government. Boris Johnson’s victory means that the United Kingdom will leave the European Union on 31 January 2020. This is not the end … Leggi tutto “Giulia Caravale, A volte ritornano … l’European Union (Withdrawal Agreement) Act 2020 ed il nuovo rafforzamento dell’esecutivo britannico”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Esecutivo britannico, European Union (Withdrawal Agreement) Act 2020, Giulia Caravale, Nomos 3/2019, Regno Unito, Saggi

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Da Theresa May a Boris Johnson: nel Regno Unito prosegue il conflitto tra Governo e Parlamento

Il quadrimestre appena trascorso nel Regno Unito ha visto il passaggio di consegne alla guida del partito conservatore e del Governo da Theresa May a Boris Johnson. Un cambiamento nella leadership e soprattutto nello stile di Governo che per ora non è riuscito a sollevare le nubi dell’incertezza che avvolgono modalità e tempistiche della Brexit.  … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Da Theresa May a Boris Johnson: nel Regno Unito prosegue il conflitto tra Governo e Parlamento”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Boris Johnson, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Governo britannico, Nomos 2/2019, Parlamento britannico, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, L’approvazione della prima procedura di Recall a dieci anni dallo scandalo del rimborso spese dei deputati e la “crisis of confidence” verso la classe politica britannica

Il 29 marzo 2019 il Regno Unito doveva uscire dall’Unione europea: la data era stata stabilita seguendo il disposto dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona, il quale stabilisce l’obbligo del Paese che desidera recedere dall’Unione di notificare tale richiesta al Consiglio Europeo. Dalla data della notifica prendono avvio i due anni di tempo in cui … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, L’approvazione della prima procedura di Recall a dieci anni dallo scandalo del rimborso spese dei deputati e la “crisis of confidence” verso la classe politica britannica”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato classe politica britannica, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 1/2019, RECALL, Regno Unito, rimborso spese parlamentari

Giulia Caravale, Theresa May vs. Thomas Erskine May: un bug nel modello Westminster?

ABSTRACT La Brexit ha introdotto un “bug temporaneo” nel funzionamento della forma di governo britannica condizionando sensibilmente il rapporto governo parlamento. La Camera dei Comuni ha respinto tre volte l’accordo di recesso tra il Regno Unito e l’Europa. Nel mese di marzo la Camera ha votato per prendere il controllo dell’ordine del giorno per esprimersi … Leggi tutto “Giulia Caravale, Theresa May vs. Thomas Erskine May: un bug nel modello Westminster?”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato BREXIT, forma di governo britannica, Giulia Caravale, Nomos 1/2019, Regno Unito, Saggi, Theresa May, Thomas Erskine May

REGNO UNITO: Giulia Caravale, La resilienza di Theresa May e l’importanza del “Meaningful Vote” Parlamentare

Se è vero che la resilienza è una delle caratteristiche del popolo inglese, Theresa May in questi ultimi mesi del 2018 ha dato prova di esserne l’impersonificazione. La Premier, infatti, è riuscita a rimanere in office, nonostante le ripetute crisi e le forme di opposizione che ha dovuto fronteggiare: quella ufficiale del partito laburista, che … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, La resilienza di Theresa May e l’importanza del “Meaningful Vote” Parlamentare”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato BREXIT, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2018, Regno Unito, Theresa May

REGNO UNITO: Giulia Caravale, L’approvazione dell’European union (withdrAwal) Act 2018 e le incertezze dell’accordo di recesso

Nothing is agreed until everything is agreed. Lo slogan ripetuto più volte durante i negoziati per evidenziare le incertezze ancora presenti nelle trattative sull’accordo di recesso fa da sottofondo agli avvenimenti di questi mesi, caratterizzati da aspetti ancora poco definiti sulle future relazioni tra Regno Unito ed Europa. Incertezze che si riverberano anche su numerose … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, L’approvazione dell’European union (withdrAwal) Act 2018 e le incertezze dell’accordo di recesso”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, European union (withdrAwal) Act 2018, Giulia Caravale, Nomos 2/2018, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Brexit Bill all’esame della Camera dei Lords

Mana oramai meno di un anno al 29 marzo 2019, giorno in cui il Regno Unito uscirà dall’Unione europea e, mentre è iniziato il conto alla rovescia, il clima appare ancora segnato da profonda incertezza. Un’incertezza che non riguarda solo il contenuto dell’accordo che il Paese riuscirà a raggiungere con l’Europa, ma che si estende … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Brexit Bill all’esame della Camera dei Lords”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 1/2018, Regno Unito

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il rapporto governo – parlamenti ai tempi della Brexit e le nuove sfide per la Costituzione britannica

Nel Regno Unito il tema della Brexit è stato il leitmotiv anche dell’ultimo quadrimestre dell’anno. L’uscita dall’Unione europea non presenta solo problemi di natura politica per la tenuta del Governo, diviso al suo interno tra sostenitori della soft o della hard Brexit, ma solleva anche interessanti e complesse questioni di natura costituzionale. L’esecutivo May, in … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il rapporto governo – parlamenti ai tempi della Brexit e le nuove sfide per la Costituzione britannica”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato BREXIT, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2017, Rapporto governo-parlamenti, Regno Unito

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Sovranità parlamentare vs Sovranità popolare: nel Regno Unito si discute “the constitutional case of the century”

Il caso R (Miller) -v- Secretary of State for Exiting the European Union è stato definito dai commentatori politici e dalla dottrina come “the constitutional case of the century”1. I fatti che hanno condotto alla sentenza sono noti: a seguito dell’inaspettato risultato del referendum sulla Brexit del 23 giugno scorso e delle dimissioni del premier … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Sovranità parlamentare vs Sovranità popolare: nel Regno Unito si discute “the constitutional case of the century””

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2016, Regno Unito, sovranità parlamentare, sovranità popolare

Giulia Caravale, La “faglia” della Brexit

La vittoria del Leave con la maggioranza del 51,89% al referendum sulla Brexit del 23 giugno rappresenta un evento storico di cui è difficile definire al momento attuale le conseguenze a lungo termine sia sul processo che il Regno Unito dovrà intraprendere per uscire effettivamente dall’Europa, sia in merito al nuovo rapporto che si verrà … Leggi tutto “Giulia Caravale, La “faglia” della Brexit”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato BREXIT, Giulia Caravale, Leave, Nomos 2/2016, Regno Unito, Saggi, Unione Europea

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?

Il quadrimestre preso in esame in questo numero della rivista rappresenta uno spartiacque per la recente storia del Regno Unito, soprattutto perché il referendum sulla Brexit ha dato il via ad un processo irreversibile che porterà all’uscita del Regno Unito dall’Europa. Il risultato referendario, anche se estremamente traumatico, non costituisce tuttavia l’unico elemento di rottura, … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Camera dei Lords, CHILCOT REPORT, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, ELEZIONI DEL 5 MAGGIO, FRODE ELETTORALE, Galles, Giulia Caravale, governo, HONOURS LIST, IL GOVERNO MAY, IL REFERENDUM SULLA BREXIT, Irlanda del Nord, maggio-agosto 2016, Nomos 2/2016, Parlamento, PARTITI, PARTITO CONSERVATORE, PARTITO LABURISTA, Queen’s Speech, Regno Unito, Scozia, UKIP

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi

Nel Regno Unito il dibattito politico – costituzionale dei primi mesi del 2016 appare incentrato, in modo particolare, sul complesso tema della sovranità del parlamento, declinato nelle sue diverse accezioni. La tutela di detta sovranità è uno degli elementi che ha spinto, ad esempio, il Premier Cameron a ridefinire con gli altri Paesi europei il … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, BREXIT, Camera dei Lords, campagne elettorali, DIFFICOLTÀ NEL GOVERNO, ELEZIONE DI UN HEREDITARY PEER, ELEZIONI, EVEL, Finanziamento dei partiti, Galles, Giulia Caravale, governo, INTER-INSTITUTIONAL RELATIONS, Irlanda del Nord, Parlamento, PARTITI, PRIVATE MEMBERS’ BILL INQUIRY, Regno Unito, Saggi, Scozia