Simone Benvenuti, La riforma del sistema giudiziario albanese: riflessioni su Corte suprema e Consiglio di giustizia in ottica comparata

Nel mio breve intervento vorrei soffermarmi su due dei tre punti della discussione proposti, quelli relativi alla riforma della Corte suprema e all’organo di governo della magistratura. Sarò necessariamente sintetico. Preliminarmente, voglio mettere in guardia sui rischi di una eccessiva settorializzazione delle riforme della giustizia, settorializzazione cui contribuiscono le stesse istituzioni europee, e dunque sull’esigenza … Leggi tutto “Simone Benvenuti, La riforma del sistema giudiziario albanese: riflessioni su Corte suprema e Consiglio di giustizia in ottica comparata”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato 1° Incontro Costantino Mortati, Capo dello Stato albanese, Consiglio di giustizia albanese, Corte Suprema albanese, Le Strategie per la riforma del sistema giudiziario in Albania. Un confronto con il caso italiano, Nomos 2/2015, Presidenza del Consiglio albanese, riforme costituzionali, Saggi, Simone Benvenuti, Università di Roma “La Sapienza” 11 settembre 2015

Maria Rosaria Donnarumma, Retour sur l’affaire Lambert à la lumière de la décision de la Cour européenne de droits de l’homme

Nous revenons encore une fois sur l’affaire Lambert, puisque dans sa décision du 5 juin 2015 la Cour européenne des droits de l’homme, tout en déclarant être « pleinement consciente de l’importance des problèmes soulevés » par cette affaire, « qui touche à des questions médicales, juridiques et éthiques de la plus grande complexité », … Leggi tutto “Maria Rosaria Donnarumma, Retour sur l’affaire Lambert à la lumière de la décision de la Cour européenne de droits de l’homme”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato arrêt du 5 juin 2015, Art. 2 CEDU, CEDH, Corte EDU Sentenza del 5 giugno 2015, Grande Chambre, Lambert and Others v. France, Lambert et autres c. France, L’affaire Lambert. La jurisprudence française face à la "fin de vie", Maria Rosaria Donnarumma, Nomos 2/2014, Nomos 2/2015, requête n° 46043/14, Saggi, Vincent Lambert

Diego Serra, La parlamentarizzazione del sistema presidenziale in Perù. Uno strumento di riequilibrio tra poteri

La storia costituzionale del Perù si presenta assai complessa e variegata agli occhi del comparatista, e pertanto ricca di interessanti spunti di riflessione. Successivamente agli importanti antecedenti della Costituzione di Cadice del 1812 e della Costituzione di San Martin del 1823, si sono succedute ben dodici Costituzioni. Nelle parole di un illustre giurista peruviano del … Leggi tutto “Diego Serra, La parlamentarizzazione del sistema presidenziale in Perù. Uno strumento di riequilibrio tra poteri”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato acusación constitucional, antejuicio politico, Corte Suprema de Justicia, Costituzione di Cadice del 1812, Costituzione di San Martin del 1823, Diego Serra, ibrido peruviano, istituto della observación, istituto della refrendación, Ley de Ministros del 1856, Manuel Vicente Villarán, Nomos 1/2015, parlamentarizzazione del sistema presidenziale in Perù, Saggi

Maria Rosaria Donnarumma, La riforma della Legge “Vassalli” sulla responsabilità civile dei magistrati: “passaggio storico” o mero bluff ?

Il 24 febbraio 2015 la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva, con 265 voti favorevoli, 51 contrari e 63 astenuti, la riforma della legge n. 117 del 13 aprile 1988 sul risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie e sulla responsabilità civile dei magistrati. Il ministro della giustizia, Andrea Orlando, ha dichiarato … Leggi tutto “Maria Rosaria Donnarumma, La riforma della Legge “Vassalli” sulla responsabilità civile dei magistrati: “passaggio storico” o mero bluff ?”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato articolo 234 del trattato CE, giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea, legge “Vassalli”, Maria Rosaria Donnarumma, Nomos 1/2015, referendum dell’8 novembre 1987, responsabilità civile dei magistrati, Riforma della legge Vassalli, Saggi, Sentenza 30 settembre 2003 Gerhard Köbler v/Austria, sentenza del 13 giugno 2006, Traghetti del Mediterraneo c/Repubblica italiana

Maciej Miżejewski, Politicization of the media in the first decade of polish membership in the European Union

Public media cannot be perceived just as a sector of social life, they constitute an important tool necessary for democracy to work properly. If the media relinquish their public role by caving to political pressure or gradual commercialisation, the position of democracy in the country becomes seriously endangered. Democracy does not only require independent media … Leggi tutto “Maciej Miżejewski, Politicization of the media in the first decade of polish membership in the European Union”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Democracy, European Union regulations, independence of the public media, independent media, Maciej Miżejewski, National Broadcasting Council, Nomos 1/2015, Poczta Polska, Poland, Polish media law, Polish public television, Politicization of the media, Polsat, Polskie Radio, public broadcast, Saggi, TVP

Francesco Compagna, La Corte europea dei Diritti dell’uomo fra inviolabilità dei principi di garanzia e conseguenti esigenze di riforma del sistema sanzionatorio

Se è a tutti evidente come la funzione della Corte europea dei diritti dell’Uomo a tutela di alcuni principi fondamentali si sia andata manifestando, negli ultimi anni, in maniera sempre più incisiva, lo straordinario ruolo propulsivo recentemente assunto dalle sue decisioni sul piano politico-costituzionale, tale da circoscrivere la tradizionale sovranità nazionale in ambito penalistico, sembra … Leggi tutto “Francesco Compagna, La Corte europea dei Diritti dell’uomo fra inviolabilità dei principi di garanzia e conseguenti esigenze di riforma del sistema sanzionatorio”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato armonizzazione dell’ordinamento giuridico interno alla decisione della Corte EDU, art.630 c.p.p., CEDU, Corte di Strasburgo, Corte EDU, fair trial, Francesco Compagna, funzione politico-costituzionale svolta dalla Corte EDU, inviolabilità dei principi di garanzia, Nomos 1/2015, riforma del sistema sanzionatorio, Saggi, Sentenza Corte Costituzionale n.113 del 2011

Matteo Pati, Profili sostanziali e procedurali della disciplina dei reati ministeriali

È preferibile che l’esame specifico delle modalità di attivazione della responsabilità penale dei membri del Governo nell’ordinamento italiano, prenda le mosse dalla nozione di “reati ministeriali”, che già in epoca statutaria ha suscitato controversie dottrinali – tuttora non sopite – circa la determinazione dei suoi esatti confini. In vigenza della Carta ottriata del 1848 il dibattito … Leggi tutto “Matteo Pati, Profili sostanziali e procedurali della disciplina dei reati ministeriali”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato art. 96 Cost., Chiarotti, dottrina della c.d. “contestualità cronologica”, Il problema della conflittualità tra organi parlamentari e organi della giurisdizione, Matteo Pati, Nomos 3/2014, orientamento costituzionalistico, orientamento del diritto penale comune, orientamento del reato politico, procedura di attivazione della responsabilità penale dei membri del Governo, reati ministeriali, reato politico, revisione costituzionale del 1989, Saggi

Katalin Egresi, Le conseguenze giuridiche e politiche delle elezioni parlamentari ungheresi

In Ungheria le ultime elezioni parlamentari si sono tenute il 6 aprile 2014. Esse hanno visto l’emersione di nuove tendenze sia dal punto di vista giuridico che politico. Sul comportamento dei votanti hanno influito, non solo i radicali cambiamenti effettuati alla nostra legge elettorale, ma anche le strategie delle forze politiche e di tutto il … Leggi tutto “Katalin Egresi, Le conseguenze giuridiche e politiche delle elezioni parlamentari ungheresi”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato elezioni del 6 aprile 2014, elezioni del Parlamento europeo, Katalin Egresi, Legge fondamentale ungherese, Nomos 3/2014, nuove collaborazioni, nuove tendenze di voto, nuovo sistema elettorale ungherese, Partiti spariti, partito centralizzato, processi politici, regime sovietico, Saggi, transizione istituzionale, Ungheria, “FIDESZ-KDNP”

Gianluigi Fioriglio, Sorveglianza e controllo nella società dell’informazione. Il possibile contributo dell’etica hacker

La Società dell’informazione è sempre più una società della sorveglianza e del controllo, grazie alla concorrenza di molteplici e ben noti fattori e fenomeni, informatici e non. Fra essi possono qui ricordarsi la diffusione delle nuove tecnologie, la loro convergenza e pervasività, la globalizzazione, gli “allarmi sicurezza” a vario titolo, e così via. In tale … Leggi tutto “Gianluigi Fioriglio, Sorveglianza e controllo nella società dell’informazione. Il possibile contributo dell’etica hacker”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Bentham, diritto pubblico dell’informatica, Echelon, etica hacker, Foucault, Gianluigi Fioriglio, informatica giuridica, Information Awareness Office, Nomos 2/2014, NSAgate, Panopticon, privacy e sicurezza, Saggi, società della sorveglianza e del controllo, sorveglianza elettronica, Tecnopolitica, WikiLeaks, “privacy informatica”, “sorveglianza e sicurezza”

Maria Rosaria Donnarumma, L’affaire Lambert. La jurisprudence française face à la “fin de vie”

La loi “Leonetti” du 22 avril 2005, n° 370, a introduit dans la législation française le principe du refus de l’acharnement thérapeutique (“obstination déraisonnable”) et, par conséquent, la possibilité de suspendre ou de ne pas entreprendre des actes médicaux “inutiles, disproportionnés ou n’ayant d’autre effet que le seul maintien artificiel de la vie”. Il s’agit … Leggi tutto “Maria Rosaria Donnarumma, L’affaire Lambert. La jurisprudence française face à la “fin de vie””

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Académie nationale de médecine, affaire Lambert, article R. 625-3 du code de justice administrative, décision du Conseil d’État du 24 juin 2014, euthanasie “active”, euthanasie “passive”, jurisprudence française, le Comité consultatif national d’éthique, législation française, loi “Leonetti” du 22 avril 2005 n° 370, Maria Rosaria Donnarumma, Nomos 2/2014, Saggi, “obstination déraisonnable”

Roberto Nania, Su alcune questioni di metodo nell’insegnamento del diritto pubblico

Quando si evoca la questione del metodo nell’ambito dell’insegnamento del diritto pubblico si chiama anzitutto in causa, senza voler sottovalutare le ulteriori angolazioni, il tema delle modalità di lettura della nostra costituzione e dei suoi processi evolutivi. Si può ricordare a questo proposito una breve, ma densa nota che figura nella edizione del 1975 delle … Leggi tutto “Roberto Nania, Su alcune questioni di metodo nell’insegnamento del diritto pubblico”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato art. 12 delle disposizioni preliminari al codice civile, Costantino Mortati, Effettività costituzionale, elasticità della costituzione, Facoltà di Scienze Politiche della “Sapienza”, funzione ordinatrice costituzione, I giuspubblicisti della Facoltà di scienze politiche, interpretazione delle norme costituzionali, Istituzioni di diritto pubblico, modalità di trasmissione del diritto pubblico, Nomos 2/2014, Prescrittività costituzionale, Roberto Nania, Saggi, Superiorità della Costituzione, teoria del potere costituente

Fulco Lanchester, Dal “grande partito” al “piccolo”, rispettabile e regolato

Il partito politico degli ordinamenti di democrazia pluralista è palesemente in difficoltà. È stata un’istituzione fondamentale delle società di massa ed oggi le trasformazioni sociali e tecnologiche lo vedono in profonda trasformazione e in severa difficoltà. Si tratta di una istituzione nata all’interno dei parlamenti degli ordinamenti liberali oligarchici circa tre secoli fa; sviluppatasi con l’allargamento … Leggi tutto “Fulco Lanchester, Dal “grande partito” al “piccolo”, rispettabile e regolato”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato accountability, C. Colliot-Thélène, D. Reynié, demos politico, Elmer Eric Schattschneider, F. Guénard, fazione, Fenomeno partigiano e partito, Fulco Lanchester, funzione tribunizia, Harvey C. Mansfield, istituzione partito, Les nouveaux populisme, movimenti populisti, Nancy L. Rosenblum, Nomos 2/2014, On the Side of the Angels. An Appreciation of Parties and Partisanship, ordinamenti di democrazia pluralista, Partito, partito antisistema, partito organizzativo di massa, partito personale, partito pigliatutto, Party Government, Peuples et populisme, polemica Bolingbroke-Burke, politicità, responsiveness, Saggi, società di massa, “grande partito”

Laura Frosina, Una monarchia rinnovata per la Spagna del XXI secolo. L’abdicazione del Re Juan Carlos I, la proclamazione di Felipe VI e il c.d. aforamiento reale

Il 2 giugno il Re Juan Carlos di Borbone ha dichiarato di abdicare al trono di Spagna, aprendo così il processo di successione a favore del primogenito, il principe delle Asturie Felipe di Borbone, primo erede alla Corona secondo l’ordine di successione stabilito dall’art. 57, c. 1, della Costituzione spagnola del 1978. Il Re Juan … Leggi tutto “Laura Frosina, Una monarchia rinnovata per la Spagna del XXI secolo. L’abdicazione del Re Juan Carlos I, la proclamazione di Felipe VI e il c.d. aforamiento reale”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato aforamiento integrale di Juan Carlos, Alfredo Pérez Rubalcaba, art. 57 c. 5 Cost., art. 61 c. 1 Cost., Centro de Investigaciones sociològicas (Cis), Convergència i Unió (CiU), Cortes Generales, Esquerra Republicana de Catalunya (Erc), indignados, Izquierda Unida (Iu), Juan Carlos di Borbone, Laura Frosina, legge organica n. 3/2014, llamamiento publico individual, Mariano Rajoy, Nomos 2/2014, Partido nacionalista Vasco (Pnv), Partido popular (Pp), Partido socialista obrero español (Psoe), Podemos, Re Felipe VI, Saggi

Marco Lunardelli, The Finnish Parliament and its scrutiny of EU matters: an efficient model

This paper aims at demonstrating that Finland’s parliamentary scrutiny of EU matters is particularly efficient and can be a model for other EU Member States. Even though the government is competent to deal with EU matters, the Finnish Parliament (the Eduskunta) is constitutionally empowered to participate in EU policy formulation. Deep involvement in the preparation … Leggi tutto “Marco Lunardelli, The Finnish Parliament and its scrutiny of EU matters: an efficient model”

Pubblicato in: PRIN 2010-2011 (Parlamenti nazionali e Unione europea nella governance multilivello), Saggi | Contrassegnato Åland Islands, Constitution and international obligations, constitutional Law Committee, control of subsidiarity, COSAC, decision-making powers, economic governance measures, Eduskunta, European Union, financial crisis, Finland, Finnish Constitution, Finnish Parliament, IPEX, Marco Lunardelli, Nomos 1/2014, Saggi, Suuri Valiokunta, The finnish parliament and its scrutiny of EU matters: an efficient model, Ulkoasiain valiokunta

Maria Rosaria Donnarumma, Le mariage homosexuel en France, la tradition républicaine et les questions de société

La décision du Conseil constitutionnel n° 2013-669 DC du 17 mai 2013, même en faisant abstraction du cas d’espèce (ouverture du mariage aux couples homosexuels), revêt une importance particulière, car elle confirme une ligne jurisprudentielle consolidée sur deux thèmes de grand intérêt : les conditions pour dégager un « principe fondamental reconnu par les lois de … Leggi tutto “Maria Rosaria Donnarumma, Le mariage homosexuel en France, la tradition républicaine et les questions de société”

Pubblicato in: Saggi | Contrassegnato article 38 de la Constitution, décision du Conseil constitutionnel n° 2013-669 DC du 17 mai 2013, décision n° 71-44 DC du 16 juillet 1971, droit international privé, la tradition républicaine et les questions de société, Le mariage homosexuel en France, législateur ordinaire, Maria Rosaria Donnarumma, Nomos 1/2014, Saggi, validation des mariages, « bloc de constitutionnalité »

Maria Daniela Poli, Il contributo del modello tedesco al costituzionalismo del Sudafrica nella lunga transizione

Il contributo del modello tedesco al costituzionalismo sudafricano può essere apprezzato nel suo carattere sia statico che dinamico, analizzando da una parte la recezione del diritto tedesco nel processo di elaborazione e redazione della Costituzione del Sudafrica (di quella ad Interim del 1993 e di quella definitiva del 1996) e dall’altra l’ampio utilizzo del diritto … Leggi tutto “Maria Daniela Poli, Il contributo del modello tedesco al costituzionalismo del Sudafrica nella lunga transizione”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato B. Markesinis, costituzionalismo, Costituzione sudafricana, Deutsch-Südafrikanische Juristenvereinigung, deutsches Verfassungsrecht, diritto, diritto costituzionale, drafting-process, E.D. Schmid, Gerhard Erasmus, German-South African Lawyers Association, Germania, H. Thiedemann, Hans-Peter Schneider, Hartmut Hamann, J. Fedtke, J. Kramer, Laurie W.H. Ackermann, Lourens du Plessis, M. Wittneben, Nomos 2/2013, O. Mireku, offene Gesellschaft der Verfassungsinterpreten, Oliver C. Ruppel, Philip Kunig, Poli, Reinhard Zimmermann, S. David, S. Seedorf, Saggi, Sudafrica, T. Gas, T.M. Grupp, Ulrich Karpen, Yvonne Mokgoro

Katalin Egresi, La storia del costituzionalismo ungherese

Con l’entrata in vigore della Legge Fondamentale di Ungheria, il 1. gennaio 2012, e in seguito alle discussioni politiche e pubblicistiche che essa ha sollevato, sarà forse utile ripercorrere la storia delle costituzioni ungheresi. Seguendo il loro sviluppo storico, a partire dalle consuetudini medievali, fino alle prime costituzioni scritte e alla promulgazione della nuova Legge … Leggi tutto “Katalin Egresi, La storia del costituzionalismo ungherese”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato costitutzionalismo, delibera parlamentare n. 47 del 2010, Egresi, Ellenzéki Kerekasztal, Fiatal Demokraták Szövetsége, Független Kisgazdapárt, Géza Kilényi, il 1. gennaio 2012, István Bibó, Kerszténydemokrata Néppárt, la sentenza della Corte costituzionale del 25. febbraio 1992. n. 10., László Trócsányi, Legge Fondamentale di Ungheria, legge n. I. del 1920, legge n. I. del 1946, legge n. XX del 1949, legge n. XXXI del 23. ottobre 1989, Magyar Demokrata Fórum, Magyar Törvénytár, Mihály Bihari, Nemzeti Ellenzéki Kerekasztal, Nomos 2/2013, Péter Szigeti, Saggi, sentenza della Corte costituzionale del 30. gennaio 1992. n. 9., sentenza della Corte costituzionale del 5. marzo 1992. n. 11, Szabad Demokraták Szövetsége, Ungheria, Viktor Orbán

Sandro Staiano, L’accesso alla Corte costituzionale per far dichiarare l’illegittimità della Legge elettorale. Breve nota sull’Ordinanza di rimessione della Legge elettorale

Nell’iniziativa della Corte di cassazione – che ha sollevato questione di legittimità costituzionale della Legge elettorale 21 dicembre 2005, n. 270 (prima sezione civile, ordinanza 21 marzo 2013, n. 12060, depositata il 17 maggio 2013) – si manifesta con la maggiore evidenza una delle dinamiche più contrastate cui è assoggettato il sistema di Governo italiano, … Leggi tutto “Sandro Staiano, L’accesso alla Corte costituzionale per far dichiarare l’illegittimità della Legge elettorale. Breve nota sull’Ordinanza di rimessione della Legge elettorale”

Pubblicato in: Documentazione, Nomos | Contrassegnato Adele Anzon Demmig, Adler v. Board of Education, Alessandro Gigliotti, Antonio Ferracciù, art. 1 legge n. 1 del 1948, art. 263 comma 4 del TUE, art. 3 del protocollo aggiuntivo CEDU, Augusto Cerri, Avv. Aldo Bozzi, Corte cass. ordinanza n. 12060/2013, Costantino Mortati, d. P. R. n. 361 del 1957, Diritto politico, Documenti, DPR 225/2012, Franco Gallo, Fulco Lanchester, Gaetano Azzariti, Gianfranco Pasquino, Giovanni Sartori, judicial review of legislation, Legge 270/2005, legge n. 87 del 1953, Lissabon-Urteil, Luigi Palma, Maastricht-Urteil, Massimo Siclari, Mattarellum, NAACP v. Alabama, Nomos 1/2013, Non ci sono “zone franche” nello Stato di diritto costituzionale, ord. n. 175/2003, ord. n. 457 del 1999, Ordinanza Corte cass. N.12060/2013, ordinanza n. 284/2008, Oreste Massari, Paolo Carnevale, Ricorso R.G.N. 18249/2012, Roberto Borrello, Saggi, Sandro Staiano, Seminario Le Corti e il voto, Sent. del 18 aprile 2011, sent. n. 38/2009, Sent. n. 406 del 1989, Sentenza n. 161 del 1995, sentenza n. 43/1961, sentenza n. 6/1963; sentenza n. 60/1063; sentenza n. 429/1995; sentenza n. 107/1996, Sentenza Saccomanno, Sentt.16/2008, Sperrklausell, tutela dei diritti fondamentali, United Public Workers v. Mitchell, Verfassunggerichtshof, Verfassungsgerichtbarkeit, Vittorio Emanuele Orlando, XVII legislatura

SEMINARIO “Le corti e il voto”. Alessandro Gigliotti, Violata la “zona d’ombra”? La quaestio legitimitatis della legge elettorale

Per effetto dell’ordinanza di rimessione alla Corte costituzionale emanata dalla Cassazione, si è aperto finalmente un varco in quella che, tradizionalmente, è ritenuta una «zona d’ombra» o addirittura una «zona franca» del controllo di costituzionalità delle leggi, dal momento che i margini per sottoporre la legge elettorale politica al vaglio della Corte costituzionale sono sempre … Leggi tutto “SEMINARIO “Le corti e il voto”. Alessandro Gigliotti, Violata la “zona d’ombra”? La quaestio legitimitatis della legge elettorale”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Adele Anzon Demmig, Adler v. Board of Education, Alessandro Gigliotti, Antonio Ferracciù, art. 1 legge n. 1 del 1948, art. 263 comma 4 del TUE, art. 3 del protocollo aggiuntivo CEDU, Augusto Cerri, Avv. Aldo Bozzi, Corte cass. ordinanza n. 12060/2013, Costantino Mortati, d. P. R. n. 361 del 1957, Diritto politico, DPR 225/2012, Franco Gallo, Fulco Lanchester, Gaetano Azzariti, Gianfranco Pasquino, Giovanni Sartori, judicial review of legislation, Legge 270/2005, legge n. 87 del 1953, Lissabon-Urteil, Luigi Palma, Maastricht-Urteil, Massimo Siclari, Mattarellum, NAACP v. Alabama, Nomos 1/2013, Non ci sono “zone franche” nello Stato di diritto costituzionale, ord. n. 175/2003, ord. n. 457 del 1999, ordinanza n. 284/2008, Oreste Massari, Paolo Carnevale, Ricorso R.G.N. 18249/2012, Roberto Borrello, Saggi, Seminario Le Corti e il voto, Sent. del 18 aprile 2011, sent. n. 38/2009, Sent. n. 406 del 1989, Sentenza n. 161 del 1995, sentenza n. 43/1961, sentenza n. 6/1963; sentenza n. 60/1063; sentenza n. 429/1995; sentenza n. 107/1996, Sentenza Saccomanno, Sentt.16/2008, Sperrklausell, tutela dei diritti fondamentali, United Public Workers v. Mitchell, Verfassunggerichtshof, Verfassungsgerichtbarkeit, Vittorio Emanuele Orlando, XVII legislatura

SEMINARIO “Le corti e il voto”. Paolo Carnevale, La Cassazione all’attacco della legge elettorale. Riflessioni a prima lettura alla luce di una recente ordinanza di rimessione della Suprema Corte

A me sembra che la vicenda innescata dalla ordinanza n. 12060/2013 della prima sezione civile della Corte di cassazione, con la quale vengono sollevate le questioni di legittimità costituzionale dei disposti della legge elettorale per Camera e Senato in tema del c.d. premio di maggioranza e di voto di preferenza, sia suscettibile di essere analizzata … Leggi tutto “SEMINARIO “Le corti e il voto”. Paolo Carnevale, La Cassazione all’attacco della legge elettorale. Riflessioni a prima lettura alla luce di una recente ordinanza di rimessione della Suprema Corte”

Pubblicato in: Nomos, Saggi | Contrassegnato Adele Anzon Demmig, Adler v. Board of Education, Alessandro Gigliotti, Antonio Ferracciù, art. 1 legge n. 1 del 1948, art. 263 comma 4 del TUE, art. 3 del protocollo aggiuntivo CEDU, Augusto Cerri, Avv. Aldo Bozzi, Corte cass. ordinanza n. 12060/2013, Costantino Mortati, d. P. R. n. 361 del 1957, Diritto politico, DPR 225/2012, Franco Gallo, Fulco Lanchester, Gaetano Azzariti, Gianfranco Pasquino, Giovanni Sartori, judicial review of legislation, Legge 270/2005, legge n. 87 del 1953, Lissabon-Urteil, Luigi Palma, Maastricht-Urteil, Massimo Siclari, Mattarellum, NAACP v. Alabama, Nomos 1/2013, Non ci sono “zone franche” nello Stato di diritto costituzionale, ord. n. 175/2003, ord. n. 457 del 1999, ordinanza n. 284/2008, Oreste Massari, Paolo Carnevale, Ricorso R.G.N. 18249/2012, Roberto Borrello, Saggi, Seminario Le Corti e il voto, Sent. del 18 aprile 2011, sent. n. 38/2009, Sent. n. 406 del 1989, Sentenza n. 161 del 1995, sentenza n. 43/1961, sentenza n. 6/1963; sentenza n. 60/1063; sentenza n. 429/1995; sentenza n. 107/1996, Sentenza Saccomanno, Sentt.16/2008, Sperrklausell, tutela dei diritti fondamentali, United Public Workers v. Mitchell, Verfassunggerichtshof, Verfassungsgerichtbarkeit, Vittorio Emanuele Orlando, XVII legislatura