STATI UNITI, Giulia Aravantinou Leonidi, Quale presidential transition e quale impatto costituzionale? Prime riflessioni sulle prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti si apprestano a celebrare in novembre il consueto rito elettorale che designerà il 45esimo Presidente. Il passaggio di testimone potrebbe questa volta non svolgersi secondo i consueti canoni e riservare delle sorprese. La stagione delle primarie appena trascorsa ha messo, infatti, in rilievo l’aspra contrapposizione tra i due schieramenti in campo. Soprattutto … Leggi tutto “STATI UNITI, Giulia Aravantinou Leonidi, Quale presidential transition e quale impatto costituzionale? Prime riflessioni sulle prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato AUDIZIONE PRESSO LA HOUSE FOREIGN AFFAIRS COMMITTEE SUI DETENUTI DI GUANTANAMO BAY, CONGRESSO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, DIRITTO AL VOTO, Diritto all’aborto, EQUAL PROTECTION CLAUSE E DISCRIMINAZIONE RAZZIALE, Federalismo, FORZE DI POLIZIA E USO DELLA FORZA, Giulia Aravantinou Leonidi, IL RAPPORTO DELLA HOUSE INTELLIGENCE COMMITTEE, IMMIGRAZIONE, LE MODIFICHE AL FOIA (FREEDOM OF INFORMATION ACT), LE NOMINATION: STORICA VITTORIA DI HILLARY CLINTON, LIBERTÀ RELIGIOSA, maggio-agosto 2016, Nomos 2/2016, PARDONING POWER E CRIMINAL JUSTICE REFORM, Pena di morte, PRESIDENTE ED ESECUTIVO, RICHIESTA DI IMPEACHMENT PER OBAMA, secondo emendamento, USA, VOTAZIONI E PARTITI

STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, Addio alle armi? Il secondo emendamento nel dibattito elettorale statunitense

In un momento di delicato assestamento politico, dovuto alla scomoda transizione dell’amministrazione Obama verso l’appuntamento con le presidenziali del 2016 si riaccende il dibattito sul diritto a possedere le armi sancito dal Secondo emendamento. Il tema, tra i più controversi, per i delicati risvolti tra cui quello dell’accesso alle armi da parte dei minori, si … Leggi tutto “STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, Addio alle armi? Il secondo emendamento nel dibattito elettorale statunitense”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato CONGRESSO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, Diritto all’aborto, diritto del lavoro, discorso del Papa, Federalismo, Giulia Aravantinou Leonidi, Guantanamo, Guantanamo verso la chiusura?, I candidati verso il voto, Il lavoro e l'economia, Il terrorismo: la reazione di Obama dopo la strage di San Bernardino, L'accordo sul bilancio, La Corte Suprema tra polemiche e attese pronunce, La riforma dell'immigrazione, Nomos 3/2015, Pena di morte, PRESIDENTE ED ESECUTIVO, registrazione automatica degli elettori, riforma dell'immigrazione, Scontro sul clima tra Presidente e Congresso: aumenta il divario con i Repubblicani, Storico discorso del Papa, strage di San Bernardino, terrorismo, Un nuovo Speaker per la Camera dei Rappresentanti, USA, VOTAZIONI E PARTITI, Voting Rights Act, Voting Rights Act e registrazione automatica degli elettori

STATI UNITI, Giulia Aravantinou Leonidi, Il declino della democrazia americana. Paralisi e disfunzione di un ordinamento. Le sfide della lame-duck presidency di Obama

La democrazia è la destinazione finale della storia politica, dice Francis Fukuyama. Rispetto al saggio pubblicato nel 1989, l’ultima fatica dello studioso nippoamericano, Political order and Political Decay: From the industrial Revolution to the Globalization of Democracy, propone un ritratto impietoso dello stato della democrazia americana. Una classe media in declino, una disuguaglianza di reddito … Leggi tutto “STATI UNITI, Giulia Aravantinou Leonidi, Il declino della democrazia americana. Paralisi e disfunzione di un ordinamento. Le sfide della lame-duck presidency di Obama”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato CONGRESSO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, EFFETTI DELLA LEGALIZZAZIONE DEL SAME SEX MARRIAGE, ELEZIONI E PARTITI, Federalismo, Giulia Aravantinou Leonidi, IL TRIONFO DEI REPUBBLICANI E IL LASCITO DI OBAMA, l’amministrazione Obama alla prova delle elezioni di midterm, Nomos 3/2014, PRESIDENTE E ESECUTIVO, UNA CORTE SUPREMA ALLA RESA DEI CONTI: TRA MATRIMONI OMOSESSUALI E DIRITTO DI VOTO DELLE MINORANZE, UNA LENTA RIPRESA DEI LAVORI, USA

STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, United States v. Windsor: in the name of same-sex marriage. Alcune brevi considerazioni a margine della storica sentenza della Corte Suprema

Il Defense of Marriage Act (DOMA) è divenuto legge nel 1996, tuttavia esso ha tardato a dispiegare i propri effetti sino a quando le unioni tra individui dello stesso sesso non sono divenute una realtà. Attualmente un numero significativo di Stati membri della federazione e un numero sempre crescente di nazioni estere riconoscono legalmente le … Leggi tutto “STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, United States v. Windsor: in the name of same-sex marriage. Alcune brevi considerazioni a margine della storica sentenza della Corte Suprema”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato American Civil Liberties Union (ACLU), amministrazione Obama, Association for Molecular Pathology v. Myriad Genetics, Border Security Economic Opportunity and Immigration Modernisation Act, caso Maryland v. King, Chuck Schumer, CONGRESSO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, Defense of Marriage Act, Defense of Marriage Act (DOMA), Dick Durbin, diritto costituzionale, dissenting opinion, Edith Windsor, elezione del sindaco di New York, Federalismo, Foreign Intelligence Surveillance Court, Freedom of Information Act, Giulia Aravantinou Leonidi, John McCain, Marco Rubio, matrimonio omosessuali, National Defense Authorization Act (NDAA), Nomos 2/2013, PRESIDENTE ED ESECUTIVO, Robert Menendez, Stati Uniti, Thea Spyer, USA, VOTAZIONI

STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, The right to bear arms. Much ado about nothing? L’amministrazione Obama ed il secondo emendamento

L’avvento del XXI secolo, con la fine della Corte Rehnquist e l’inizio dell’attività di una nuova Corte Suprema hanno offerto l’opportunità irripetibile di riconsiderare il ruolo del Bill of Rights nell’ordinamento costituzionale statunitense. Il pensiero giuridico americano ha subito una profonda evoluzione negli anni e per molto tempo il Bill of Rights è stato relegato … Leggi tutto “STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, The right to bear arms. Much ado about nothing? L’amministrazione Obama ed il secondo emendamento”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato Barron v. Baltimore, Bill of Rights, Burligton and Quincy Railroad Company v. Chicago, Chicago, CONGRESSO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, diritto costituzionale, Federalismo, Giulia Aravantinuo Leonidi, II Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, National Rifle Association, New York Secure Ammunition and Firearms Enforcement Act of 2013, Nomos 1/2013, Obama, PARTITI, PRESIDENTE ED ESECUTIVO, Republican National Committee, secondo emendamento, Stati Uniti, Tea Party, USA, Violence Against Women Act, VOTAZIONI, “Right to Bear Arms”

STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, 2012 Presidential Election: what if “the best is yet to come”?

Deve essere stato proprio questo – the best is yet to come – il mantra che Barack Obama ha continuato a ripetere a se stesso sin dall’autunno del 2011 quando il fallimento delle trattative con lo Speaker della Camera dei Rappresentanti John Boehner gettava una lunga ombra sulla possibilità di una sua rielezione alla carica … Leggi tutto “STATI UNITI: Giulia Aravantinou Leonidi, 2012 Presidential Election: what if “the best is yet to come”?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Stati Uniti | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, diritto costituzionale, Giulia Aravantinou Leonidi, Stati Uniti, USA