Francesca Bailo, La legge per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia (di nuovo) al cospetto della Corte costituzionale: la (non il) legittimità della soglia di sbarramento e le questioni ancora sul tappeto.

ABSTRACT La soglia di sbarramento stabilita dal legislatore nazionale per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia è stata considerata dalla Corte costituzionale, con la decisione in commento, funzionale a “garantire la governabilità” ed “evitare la frammentazione dei partiti politici che potrebbe rallentare o paralizzare i processi decisionali all’interno dell’assemblea parlamentare”, anche alla luce … Leggi tutto “Francesca Bailo, La legge per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia (di nuovo) al cospetto della Corte costituzionale: la (non il) legittimità della soglia di sbarramento e le questioni ancora sul tappeto.”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato ELEZIONI, Francesca Bailo, governabilità, legislazione nazionale, Nomos 1/2019, Parlamento europeo, Saggi, soglia di sbarramento

RUSSIA, Ilmira Galimova, La Russia si prepara alle elezioni presidenziali: come rendere le votazioni più credibili

L’ultimo quadrimestre del 2017, in Russia, è stato segnato dalle imminenti elezioni presidenziali del marzo 2018. Sebbene la campagna elettorale ufficiale sia cominciata il 18 dicembre [Risoluzione del Consiglio di Stato del 15 dicembre sull’indizione della data delle elezioni presidenziali], alcuni aspiranti candidati – definiti dai giornalisti “pre-candidati alla carica del Presidente” (kandidat v kandidaty … Leggi tutto “RUSSIA, Ilmira Galimova, La Russia si prepara alle elezioni presidenziali: come rendere le votazioni più credibili”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Russia | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, Ilmira Galimova, Nomos 3/2017, Russia

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?

Il quadrimestre preso in esame in questo numero della rivista rappresenta uno spartiacque per la recente storia del Regno Unito, soprattutto perché il referendum sulla Brexit ha dato il via ad un processo irreversibile che porterà all’uscita del Regno Unito dall’Europa. Il risultato referendario, anche se estremamente traumatico, non costituisce tuttavia l’unico elemento di rottura, … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Camera dei Lords, CHILCOT REPORT, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, ELEZIONI DEL 5 MAGGIO, FRODE ELETTORALE, Galles, Giulia Caravale, governo, HONOURS LIST, IL GOVERNO MAY, IL REFERENDUM SULLA BREXIT, Irlanda del Nord, maggio-agosto 2016, Nomos 2/2016, Parlamento, PARTITI, PARTITO CONSERVATORE, PARTITO LABURISTA, Queen’s Speech, Regno Unito, Scozia, UKIP

SPAGNA, Laura Frosina, Nuovo governo o terze elezioni? Le difficoltà legate al superamento dell’impasse politico-istituzionale

Il 25 dicembre 2016 potrebbe convertirsi in una “Navidad electoral” per gli spagnoli, poiché rischiano di essere richiamati alle urne per la terza volta consecutiva nell’arco di un anno. Dopo le elezioni del 20 dicembre 2015 e quelle del 26 giugno 2016, che non hanno portato per ora alla formazione di un nuovo Governo, si … Leggi tutto “SPAGNA, Laura Frosina, Nuovo governo o terze elezioni? Le difficoltà legate al superamento dell’impasse politico-istituzionale”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Spagna | Contrassegnato autonomie, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, ELEZIONI POLITICHE, governo, LA (MANCATA) INVESTITURA DI MARIANO RAJOY, Laura Frosina, maggio-agosto 2016, Nomos 2/2016, Parlamento, RAPPORTI CON L’UNIONE EUROPEA, SCIOGLIMENTO E COSTITUZIONE DELLE CORTES GENERALES, Spagna, TRIBUNALE COSTITUZIONALE E COMUNITÀ AUTONOME

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi

Nel Regno Unito il dibattito politico – costituzionale dei primi mesi del 2016 appare incentrato, in modo particolare, sul complesso tema della sovranità del parlamento, declinato nelle sue diverse accezioni. La tutela di detta sovranità è uno degli elementi che ha spinto, ad esempio, il Premier Cameron a ridefinire con gli altri Paesi europei il … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, BREXIT, Camera dei Lords, campagne elettorali, DIFFICOLTÀ NEL GOVERNO, ELEZIONE DI UN HEREDITARY PEER, ELEZIONI, EVEL, Finanziamento dei partiti, Galles, Giulia Caravale, governo, INTER-INSTITUTIONAL RELATIONS, Irlanda del Nord, Parlamento, PARTITI, PRIVATE MEMBERS’ BILL INQUIRY, Regno Unito, Saggi, Scozia

POLONIA, Jan Sawicki, Gli interrogativi circa la degenerazione in una ‘democrazia illiberale’

Le elezioni politiche del 25 ottobre 2015 costituiscono il corollario perfetto del nuovo assetto politico-istituzionale instauratosi in Polonia con le consultazioni presidenziali del precedente maggio. Dopo otto anni di opposizione la formazione di destra conservatrice, nazionale e ‘sociale’ “Diritto e giustizia” (PiS, Prawo i Sprawiedliwość) ottiene un successo al di là delle aspettative anche per … Leggi tutto “POLONIA, Jan Sawicki, Gli interrogativi circa la degenerazione in una ‘democrazia illiberale’”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Polonia | Contrassegnato CAPO DELLO STATO, CORTI E TRIBUNALI, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, governo, Jan Sawicki, Nomos 1/2016, Parlamento, Polonia, settembre 2015-aprile 2016

GERMANIA, Astrid Zei, Il tribunale costituzionale federale si pronuncia sulla legittimazione dell’opposizione parlamentare nei conflitti fra poteri dello Stato

La formazione di un governo c.d. di Grande coalizione tra i due maggiori partiti nell’ordinamento tedesco non può essere considerata oramai una scelta politica del tutto eccezionale. Il III Governo Merkel costituisce difatti già la terza esperienza di Grande coalizione dal Dopoguerra ad oggi. Tuttavia, nel 2013 le urne hanno consegnato solamente 127 seggi ai … Leggi tutto “GERMANIA, Astrid Zei, Il tribunale costituzionale federale si pronuncia sulla legittimazione dell’opposizione parlamentare nei conflitti fra poteri dello Stato”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Germania, Nomos | Contrassegnato Astrid Zei, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, L’ASCESA POLITICA DEGLI EUROSCETTICI, Nomos 1/2016, Parlamento, Saggi, SOLANGE III?: L’IDENTITÄTSKONTROLLE DEL TRIBUNALE COSTITUZIONALE FEDERALE SULLE NORME DEL DIRITTO EUROPEO, TRIBUNALI, VERSO UNA NUOVA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE

POLONIA, Jan Sawicki, Un cambio di rotta brusco e inatteso. Le elezioni presidenziali di maggio 2015 come annuncio di una svolta conservatrice in vista delle politiche

L’anno elettorale del 2015 (elezioni presidenziali a maggio, legislative in ottobre) presenta aspetti sorprendenti. I risultati economici della Polonia, unico paese nell’Unione europea a 28 a uscire indenne da ogni forma di recessione, i sondaggi dell’opinione pubblica, non sembrano giustificare né prevedere un’ondata di malcontento popolare in grado di porre termine a otto anni di … Leggi tutto “POLONIA, Jan Sawicki, Un cambio di rotta brusco e inatteso. Le elezioni presidenziali di maggio 2015 come annuncio di una svolta conservatrice in vista delle politiche”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Polonia | Contrassegnato all’art. 191.1 Cost, Andrzej Duda, art. 98.2 Cost., CAPO DELLO STATO, Cronache costituzionali dall'estero, Diritto e giustizia (PiS), ELEZIONI, Ewa Kopacz, governo, hejt, Jan Sawicki, legge «sulla cura dell’infertilità», maggio-agosto 2015, Parlamento, partiokracja, Piattaforma civica, Polonia, Tribunale costituzionale

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Lo Strathclyde Report e il nuovo dibattito sui poteri della Camera dei Lords

Il 26 ottobre i Lords hanno esaminato uno statutory instruments del Tesoro, già approvato dai Comuni, il Tax Credits (Income Thresholds and Determination of Rates) (Amendment) Regulation 2015 e hanno votato per il rinvio dell’implementazione della riforma governativa. La vicenda ha dato vita ad un acceso dibattito sui rapporti tra la Camera dei Lords ed … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Lo Strathclyde Report e il nuovo dibattito sui poteri della Camera dei Lords”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Cities and local government devolution Bill, Conferenze di partito, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, Draft Wales Bill, elezione del leader laburista, ELEZIONI, Elezioni suppletive, English Votes for English Laws, European Union Referendum Act, EVEL, Galles, Giulia Caravale, governo, Inghilterra, Irlanda del Nord, Nomos 3/2015, Parlamento, PARTITI, Precedent book, Rapporto con l'Europa, Regno Unito, Scotland Bill, Scozia, Selezione del candidato sindaco di Londra, Siria, Strathclyde Report, Voto sulla Siria

SPAGNA: Laura Frosina, Le elezioni politiche e catalane del 2015: due terremoti elettorali e l’inizio di una complessa fase politico-costituzionale

La Spagna è entrata in una fase politico-costituzionale molto complessa dopo gli stravolgimenti conseguenti alle elezioni catalane e politiche degli ultimi mesi. Le elezioni plebiscitarie catalane del 27 settembre 2015, che hanno consegnato la maggioranza dei seggi ma non dei voti alle forze indipendentiste unite nella lista elettorale di Junts pel si, JxSI e alla CUP, … Leggi tutto “SPAGNA: Laura Frosina, Le elezioni politiche e catalane del 2015: due terremoti elettorali e l’inizio di una complessa fase politico-costituzionale”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Spagna | Contrassegnato autonomie, Brevi note sull’attività legislativa delle Cortes Generales, CORONA, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, elezioni politiche e catalane del 2015, governo, Il messaggio di Natale di Re Felipe VI, Junts pel si, Laura Frosina, Le elezioni politiche, Le elezioni “plebiscitarie” in Catalogna, messaggio di Natale di Re Felipe VI, Nomos 3/2015, Parlamento, processo indipendista catalano, Rapporti con le Comunità autonome, Relazioni internazionali e rapporti con l'Unione Europea, Spagna, Tribunale costituzionale

FRANCIA: Paola Piciacchia, Dalla lotta al terrorismo alle elezioni regionali: Gli tsunami della V Repubblica e gli interrogativi su (come) “refaire la démocratie”

Due tsunami, di natura ed entità profondamente diversa, hanno scosso e fatto da sfondo agli ultimi quattro mesi in Francia, scomponendosi in scenari complessi in cui politica interna ed internazionale si sono sovrapposte ed intrecciate agendo con sollecitazioni diverse sull’ordinamento francese. Da un lato, in primo piano i gravissimi attentati terroristici di Parigi del 13 novembre … Leggi tutto “FRANCIA: Paola Piciacchia, Dalla lotta al terrorismo alle elezioni regionali: Gli tsunami della V Repubblica e gli interrogativi su (come) “refaire la démocratie””

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Francia, Nomos | Contrassegnato Attentati di Parigi: la risposta istituzionale di Hollande di fronte al parlamento riunito in congresso, Autorizzazione prolungamento intervento in Siria, CAPO DELLO STATO: Conferenza stampa di settembre, COLLETTIVITÀ TERRITORIALI, Conferenza sul clima COP21, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, Elezioni regionali, Elezioni regionali 6 e 13 dicembre, Elezioni regionali: l’appello di Valls per il secondo turno e il monito post elettorale, Finanziamento partiti politici, Francia, governo, Hollande e il problema siriano, Intervento in Siria, Journal Officiel; Collettività d’oltremare, Libertà personale diritto di difesa e QPC, Nomos 3/2015, Oltremare, Paola Piciacchia, Parlamento, PARTITI, Rapport sur l’avenir des institution “refaire la démocratie”, refaire la démocratie, Sorveglianza delle comunicazioni elettroniche internazionali, stato di urgenza, Stato di urgenza e sicurezza

FRANCIA: Paola Piciacchia, La Francia di Hollande-Valls e lo scollamento tra politica interna e politica estera: riforme e ambizioni internazionali vs insofferenza dell’elettorato, partiti dell’opposizione che si riorganizzano ed elezioni regionali alle porte

Dimensione interna e dimensione internazionale mai come negli ultimi mesi si sono rincorse caratterizzando il quadrimestre appena trascorso. E ancora una volta al centro della dinamica istituzionale in primo piano è emerso lo scollamento tra l’aspirazione francese a raggiungere i grandi obiettivi in politica interna e a giocare un ruolo di primo piano a livello … Leggi tutto “FRANCIA: Paola Piciacchia, La Francia di Hollande-Valls e lo scollamento tra politica interna e politica estera: riforme e ambizioni internazionali vs insofferenza dell’elettorato, partiti dell’opposizione che si riorganizzano ed elezioni regionali alle porte”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Francia, Nomos | Contrassegnato Accesso della Nuova Caledonia alla piena sovranità, autonomie, CAPO DELLO STATO, Charlie Hebdo, Corti, crescita, Crescita economica ed uguaglianza delle chance, Cronache costituzionali dall'estero, dialogo sociale, Economia, ELEZIONI, Francia, governo, Groupe de travail sur l’avenir des institution, impiego, Intelligence e difesa militare, Legge Notre, Les Républicains, Liste elettorali, L’Eurozona e la crisi della Grecia, Mozione di censura, Nomos 2/2015, Nuova Caledonia, Nuova organizzazione territoriale della Repubblica, Paola Piciacchia, Parlamento, PARTITI, Regolamento del Senato, Renseignement, Riforma del diritto di asilo, Risoluzione di modifica del regolamento del Senato, sicurezza, stato di urgenza, tandem Hollande-Valls

GERMANIA: Astrid Zei, La nuova Legge federale sul cooling-off per gli ex ministri e sottosegretari

Le scelte professionali degli ex membri del Governo tedesco, al termine del mandato, hanno avuto talvolta risvolti clamorosi, decisamente imbarazzanti sul piano politico, e perlomeno controversi su quello giuridico, fino ad alimentare, a posteriori, il sospetto del conflitto di interessi, della corruzione e della concussione. Basti ricordare l’ex Cancelliere Gerhard Schröder (SPD), il quale, subito … Leggi tutto “GERMANIA: Astrid Zei, La nuova Legge federale sul cooling-off per gli ex ministri e sottosegretari”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Germania, Nomos | Contrassegnato Astrid Zei, autonomie, Brema, Brema può negare lo status di diritto pubblico ai testimoni di geova?, Contributi per l’infanzia e marginalità sociale: illegittimo l’esercizio della potestà concorrente della federazione, Cronache costituzionali dall'estero, elezione dei giudici del Tribunale costituzionale federale, ELEZIONI, Elezioni a Brema, Germania, Germania: Legge federale sul cooling-off, Illegittimo il criterio seguito per la redazione delle schede elettorali: quali effetti sul risultato delle elezioni?, Korruptionsbekämpfungsgesetz, Lex Leuenberger, Nomos 2/2015, Nuova procedura per l’elezione dei giudici del Tribunale costituzionale federale, Parlamento, Renania-Westfalia, Riconoscimento delle comunità religiose e autonomia dei Länder

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Verso una nuova sospensione della devolution nord irlandese?

In questi mesi è apparso particolarmente evidente il carattere asimmetrico dell’assetto territoriale britannico. Come noto, infatti, fin dall’introduzione della devolution nel 1998, il governo Blair aveva conferito alle assemblee di Scozia, Galles ed Irlanda del Nord poteri diversi, in considerazione delle peculiari realtà presenti nei singoli territori, e aveva lasciato fuori dal progetto devolutivo l’Inghilterra. … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Verso una nuova sospensione della devolution nord irlandese?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Camera dei Lords, Commissione Smith, CORONA, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, devolution, ELEZIONI, Elezioni dei leaders del partito laburista e di quello liberal democratico, Elezioni per la Camera dei Comuni, European Union Referendum Bill, EVEL, Galles, Giulia Caravale, governo, Hunting Act, Inghilterra, Inizio della nuova Legislatura e Queen’s speech, Irlanda del Nord, Nomos 2/2015, Parlamento, PARTITI, Queen’s Speech, Regno Unito, Rowe Report, Scotland Act 2012, Scotland Bill, Scozia, Stormont House Agreement, West Lothian question

SPAGNA: Laura Frosina, Integrazione e secessione. La complessa evoluzione dei rapporti tra Unione Europea, Spagna e Catalogna

Nel quadrimestre in cui la Spagna ha evidenziato una netta ripresa dell’economia e ha celebrato i suoi trenta anni di integrazione nell’Unione europea, la minaccia della “desconexion” della Catalogna, declinazione catalana della secessione, è divenuta sempre più reale. Lo dicono diversi sondaggi elettorali che, a distanza di poche settimane dalla celebrazione delle elezioni catalane del … Leggi tutto “SPAGNA: Laura Frosina, Integrazione e secessione. La complessa evoluzione dei rapporti tra Unione Europea, Spagna e Catalogna”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Spagna | Contrassegnato Artur Mas, autonomia Catalogna, autonomie, Brevi note sull’attività legislativa, Candidatura di unità popolare (CUP), Caso “ERE”, Catalogna, coalizione Junts pel si, Convergéncia Democràtica de Catalunya (CdC), CORONA, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, dottrina Juncker, ELEZIONI, Elezioni municipali e autonomiche, Esquerra Republicana de Catalunya (Erc), Felipe VI, governo, I partiti e il dibattito sulla riforma costituzionale, Il Caso “ERE”, Il processo indipendentista catalano, La formazione del Governo in Andalusia, Laura Frosina, L’azione di Felipe VI e il rafforzamento della Monarchia, Mariano Rajoy, Nomos 2/2015, Parlamento, PARTITI, Politiche economiche e rapporti con l’Unione Europea, Riforme strutturali, Spagna, Tribunale costituzionale

SPAGNA, Laura Frosina, Il sistema partitico spagnolo in trasformazione

Il 2015 si presenta un anno denso di avvenimenti politici ed elettorali. Alle elezioni anticipate celebrate in Andalusia il 22 marzo, si aggiungono le elezioni autonomiche e amministrative del 24 maggio, le elezioni politiche in Catalogna programmate per il 27 settembre, e le elezioni generali, di fine legislatura, per rinnovare la composizione delle Cortes Generales. … Leggi tutto “SPAGNA, Laura Frosina, Il sistema partitico spagnolo in trasformazione”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Spagna | Contrassegnato autonomie, Centro de Investigaciones sociològicas (Cis), CORONA, Cortes Generales, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, elezioni in Andalusia, governo, Il dibattito sullo stato della nazione, Il fallimento dei ricorsi per il riconoscimento della paternità di Juan Carlos, Il processo indipendentista catalano, il rilancio dell’indipendentismo nel paese basco, indignados, indipendentismo nel paese basco, Juan Carlos, La Sentenza del Tribunale costituzionale sulla legge organica di stabilità di bilancio e sostenibilità finanziaria, Laura Frosina, Le elezioni in Andalusia, L’epilogo giurisprudenziale della vicenda della consultazione popolare catalana, Nomos 1/2015, Note sull’attività legislativa, Parlamento, Partido popular (Pp), Partido socialista obrero español (Psoe), PARTITI, Podemos e Ciudadanos, Politiche economiche e rapporti con l’Unione Europea, processo indipendentista catalano, Riforme strutturali, sistema partitico spagnolo, Spagna

FRANCIA: Paola Piciacchia, La Francia alla ricerca di una VIe République ? Le elezioni dipartimentali di marzo, il rilancio dell’UMP e le regole sulle primarie: prove tecniche per le presidenziali 2017

“La crise consiste dans le fait que le vieux monde se meurt, que le nouveau monde tarde à apparaître et que, dans ce clair-obscur, surgissent les monsters”. Con questa citazione di gramsciana memoria il Presidente dell’Assemblea Nazionale, Claude Bartolone ha introdotto una delle sedute del Gruppo di lavoro sull’avvenire delle istituzioni all’Assemblea Nazionale dove da … Leggi tutto “FRANCIA: Paola Piciacchia, La Francia alla ricerca di una VIe République ? Le elezioni dipartimentali di marzo, il rilancio dell’UMP e le regole sulle primarie: prove tecniche per le presidenziali 2017”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Francia, Nomos | Contrassegnato CAPO DELLO STATO, Charlie Hebdo, Claude Bartolone, COLLETTIVITÀ TERRITORIALI, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, Elezioni dipartimentali del 22 e 29 marzo, Francia, Front National, governo, governo Valls, Groupe de travail sur l’avenir des institution, Gruppo di lavoro sull’avvenire delle istituzioni, I cantieri aperti del governo Valls, Intercomunalità e nouvelle commune, La riforma delle regioni, Legge Macron, Legge Macron – utilizzo art. 49-3 cost. e mozione di censura, Legge sui nuovi indicatori della ricchezza nella definizione delle politiche pubbliche, L’UMP e l’organizzazione delle primarie, Nomos 1/2015, Paolo Piciacchia, Parlamento, PARTITI, Semplificazione del diritto, Sentenza DC sulla semplificazione del diritto e art. 38 cost., Sentenza QPC sulla privazione della cittadinanza, Sentenze DC sulle collettività territoriali, Statistiche sui lavori parlamentari, Statuto degli eletti locali, UMP, VIe République

REGNO UNITO: Giulia Caravale, La fine di una legislatura atipica

La legislatura che si è chiusa a marzo del 2015 sarà ricordata nella storia del Regno Unito come uno dei rari casi di hung parliament. L’esecutivo di coalizione che ne è derivato ha comportato l’introduzione di alcune novità per il funzionamento della forma di governo, tra le quali appaiono particolarmente rilevanti il Fixed-term Parliaments Act … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, La fine di una legislatura atipica”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato (Expulsion and Suspension) Act 2015, autonomie, Backbench Business Commitee, Camera dei Lords, Campagna elettorale, Corti, Counter-Terror and Security Act 2015, Criminal Justice ad Courts Act 2015, Cronache costituzionali dall'estero, Dibattito sull’introduzione di una Costituzione scritta, ELEZIONI, Finanziamento dei partiti, Galles, Giulia Caravale, governo, hung parliament, Inghilterra, Irlanda del Nord, McHugh and Others v. The United Kingdom, Nomos 1/2015, Parlamento, Parlamento e Unione Europea, PARTITI, R (on the Aplication of Evans) and Another (Respondents) v Her Majesty’s Attorney General (Appellant), Ranger v House of Lords, Recall of MPS Act 2015, Regno Unito, Review of efficiency in criminal proceedings, Scozia

POLONIA: Jan Sawicki, L’avvio di un cruciale anno elettorale tra successi economici, tensioni internazionali e crescente insofferenza popolare

Con il 2015 si apre per la Polonia il nono anno consecutivo in cui la formazione centrista liberale Piattaforma civica occupa posizioni dominanti di governo, e giunge a scadenza il primo mandato quinquennale alla presidenza della Repubblica di Bronisław Komorowski, uno degli esponenti principali di quel partito. Il 2015 è anche un ‘super-anno elettorale’, che … Leggi tutto “POLONIA: Jan Sawicki, L’avvio di un cruciale anno elettorale tra successi economici, tensioni internazionali e crescente insofferenza popolare”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Polonia | Contrassegnato 2015 ‘super-anno elettorale’, Alleanza della sinistra democratica (SLD), Andrzej Duda, Bronisław Komorowski, CAPO DELLO STATO, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, Diritto e giustizia (PiS), Donald Tusk, ELEZIONI, Elżbieta Bieńkowska, Ewa Kopacz, fecondazione eterologa in vitro, governo, Jan Sawicki, Jarosław Kaczyński, Lech Kaczyński, lustracja, Nomos 1/2015, Parlamento, PARTITI, Paweł Kukiz, Piattaforma civica, Polonia

GERMANIA: Astrid Zei, Illegittimo il divieto per le insegnanti di indossare il velo e altri simboli della fede

Il Tribunale costituzionale federale il 27 gennaio 2015 [1 BvR 471/10, 1 BvR 1181/10] si è pronunciato sul ricorso individuale di un’ex insegnante di fede islamica, licenziata perché aveva rifiutato di scoprire il capo e il collo, in ottemperanza ai dettami del suo credo religioso. Alla donna, che prestava servizio in una scuola della Renania … Leggi tutto “GERMANIA: Astrid Zei, Illegittimo il divieto per le insegnanti di indossare il velo e altri simboli della fede”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Germania, Nomos | Contrassegnato alternativa per la Germania convince anche gli elettori dei Länder occidentali, Astrid Zei, autonomie, Bundestag, concezione “plurale” della laicità dello stato, Cronache costituzionali dall'estero, divieto simboli della fede, ELEZIONI, Elezioni ad Amburgo, Germania, Il Bundestag si prepara a deliberare sul principio della pubblicità dei lavori delle sue commission, Il Tribunale costituzionale federale si pronuncia nuovamente sui limiti della potestà legislativa dei Länder sull’orario di apertura dei negozi, la tutela costituzionale della libertà di fede non costituisce un’attenuante in un’azione di danneggiamento, libertà di fede, limiti della potestà legislativa dei Länder, Nomos 1/2015, orario di apertura dei negozi, Parlamento, PARTITI, partito nazionale tedesco (NPD), Processo sull’incostituzionalità del partito nazionale tedesco (NPD): è necessario allontanare l’ombra dei servizi segreti, Renania settentrionale - Vestfalia, TRIBUNALI