Marco Mandato, A proposito del bilanciamento tra libertà di associazione politica ed esercizio di funzioni giurisdizionali. Nota a sentenza Corte costituzionale n. 170/2018

ABSTRACT Le limitazioni al diritto di iscriversi ai partiti politici da parte dei Magistrati sono opportune. Chi esercita funzioni giurisdizionali è tenuto a conformarsi al rispetto di regole deontologiche che, in ragione delle funzioni svolte, contribuiscono a salvaguardarne l’immagine neutrale e indipendente e a non intaccare la fiducia della società nei confronti del potere giudiziario. … Leggi tutto “Marco Mandato, A proposito del bilanciamento tra libertà di associazione politica ed esercizio di funzioni giurisdizionali. Nota a sentenza Corte costituzionale n. 170/2018”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Corte costituzionale, diritti politici, Magistrati, Marco Mandato, Nomos 3/2018, Note e commenti

Mario Altomare, “Voter Suppression” e “Statutory Interpretation”: il sistema delle “purghe” elettorali dell’Ohio al vaglio della Corte Suprema degli Stati Uniti

ABSTRACT Nel caso Husted v. A. Philip Randolph Institute, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che la procedura di cancellazione degli aventi diritto al voto dai registri elettorali dello Stato dell’Ohio è conforme alle previsioni della normativa federale di riferimento (National Voter Registration Act ed Help America Vote Act). Con l’avallo del sistema … Leggi tutto “Mario Altomare, “Voter Suppression” e “Statutory Interpretation”: il sistema delle “purghe” elettorali dell’Ohio al vaglio della Corte Suprema degli Stati Uniti”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Corte Suprema USA, Diritto di voto, Mario Altomare, Nomos 3/2018, Note e commenti

Cristophe Germann, Protocole 14: la lettre de cachet de la CEDH L’Europe des juges en droits de l’Homme unie dans la diversité ?

Can an Irish homosexual be subjected to the hammer of a “foreign” (Russian) judge who has made a career in a homophobic regime? – Can a French journalist be subjected to a “foreign” (Turkish) judge who has risen through the ranks of the judiciary in an authoritarian state that persecutes its own journalists? – Can … Leggi tutto “Cristophe Germann, Protocole 14: la lettre de cachet de la CEDH L’Europe des juges en droits de l’Homme unie dans la diversité ?”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato CEDH, Cristophe German, Europe, Nomos 3/2018, Note e commenti

Enrico Campelli, Emancipazione ebraica e Drafting Revolution in Israele: le funzioni latenti di una norma giuridica

La classica distinzione tra funzioni manifeste e funzioni latenti può applicarsi utilmente, talvolta, anche al caso della norma giuridica. Accanto agli scopi espliciti e dichiarati della norma infatti, si danno a volte “obiettivi” non chiaramente programmati – talvolta perfino non previsti- che tuttavia la norma stessa contribuisce a porre in essere. In alcuni casi, tali … Leggi tutto “Enrico Campelli, Emancipazione ebraica e Drafting Revolution in Israele: le funzioni latenti di una norma giuridica”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato drafting revolution, Emancipazione ebraica, Enrico Campelli, Israele, Nomos 2/2018

Giammaria Milani, I partiti politici nella costruzione della democrazia elettorale in Tunisia

Le elezioni per la prima Assemblea nazionale costituente della storia tunisina si tennero il 25 marzo 1956: i 98 seggi furono interamente assegnati alle liste del Front National1, raggruppamento elettorale dominato dal partito Néo-Destour e partecipato da associazioni sindacali e di categoria2. Le sole forze politiche alternative che si presentarono alle elezioni, il Parti Communiste … Leggi tutto “Giammaria Milani, I partiti politici nella costruzione della democrazia elettorale in Tunisia”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato democrazia in Tunisia, Giammaria Milani, Nomos 1-2018, Note e commenti, partiti politici

Biagio Andò, Influenza del modello codicistico francese in un contesto giuridico ibrido: traiettorie della codificazione del diritto privato in Louisiana

This essay deals with the issue of the cultural roots of 1808 Louisiana Digest, discussing the approach followed by John Cairns in a recent survey. May the Digest be considered as a civil code in the proper meaning of the term or rather has it to be reduced to a restatement of the law which … Leggi tutto “Biagio Andò, Influenza del modello codicistico francese in un contesto giuridico ibrido: traiettorie della codificazione del diritto privato in Louisiana”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Biagio Andò, Codificazione, diritto privato, Louisiana, Nomos 1/2018, Note e commenti

Guido Melis, Come si formano e come agiscono le istituzioni politiche? A proposito del volume di Sandro Guerrier

Come si formano e come agiscono le istituzioni politiche? Si deve considerare la loro attività tutta racchiusa nelle norme che le creano oppure dipende da una prassi concreta, influenzata da fattori esterni ed interni, che via via ne configurano l’identità e le stesse funzioni? A queste domande, che per la verità dovrebbe sempre porsi lo … Leggi tutto “Guido Melis, Come si formano e come agiscono le istituzioni politiche? A proposito del volume di Sandro Guerrier”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Guido Melis, Le istituzioni politiche, Nomos 1-2018, Saggi, Sandro Guerrieri

Jacopo Bernardini, Le prime Costituzioni sovietiche nel commento di Boris Mirkine-Guetzévitch

Nato nel 1892 a Kiev, Boris Mirkine-Guetzévicth si laureò in Scienze giuridiche all’università di Pietrogrado. Nel 1917 riuscì ad ottenere la licenza per l’insegnamento e fu chiamato, durante il governo Kerenskij, a ricoprire la cattedra di Diritto Internazionale presso la Facoltà di Diritto di Pietrogrado1. La fine del regime zarista aveva esaltato l’animo di molti … Leggi tutto “Jacopo Bernardini, Le prime Costituzioni sovietiche nel commento di Boris Mirkine-Guetzévitch”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Costituzioni sovietiche, Jacopo Bernardini, Nomos 3/2017, Saggi

Maria Rita Magnotta, Prove di sovranità popolare ai tempi della democrazia recitativa

Con ‘presidenzializzazione della politica’ Leopoldo Elia definiva, rifacendosi allo studio condotto dai politologi T. Poguntke e P. Webb, la tendenza delle democrazie contemporanee ‘a divenire ‘ più presidenziali (secondo il senso statunitense) nella loro prassi di questi anni senza che, nella maggior parte dei casi, cambiasse la struttura tradizionale delle regole caratteristiche del loro tipo … Leggi tutto “Maria Rita Magnotta, Prove di sovranità popolare ai tempi della democrazia recitativa”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Democrazia recitativa, Maria Rita Magnotta, Nomos 3/2017, Saggi, sovranità popolare

Luca Longhi, Riflessioni sulla certezza dei diritti

Nello strumentario del giurista spesso ricorre un elemento, talora qualificato principio1, che non riceve espressa consacrazione in norme costituzionali, ma può essere enucleato in via interpretativa a partire, ad esempio, da disposizioni codicistiche (l’art. 324 c.p.c. o l’art. 2909 c.c., ad es.) in collegamento, come si vedrà, con altri principi contenuti nella nostra Carta: la … Leggi tutto “Luca Longhi, Riflessioni sulla certezza dei diritti”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Certezza dei diritti, Luca Longhi, Nomos 3/2017, Saggi

Maria Sofia Corciulo, Alle origini delle istituzioni parlamentari europee. A proposito del volume di Sandro Guerrieri

Sono molto lieta di presentare il libro di Sandro Guerrieri, che mi ha molto interessato per quanto concerne sia l’oggetto dello studio, sia la metodologia adottata. Come giustamente scrive nell’introduzione del suo volume, le dinamiche istituzionali e costituzionali dell’Europa sono state trattate con riferimento principalmente alle politiche governative, che sono quelle più si evidenziano anche … Leggi tutto “Maria Sofia Corciulo, Alle origini delle istituzioni parlamentari europee. A proposito del volume di Sandro Guerrieri”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Istituzioni europee, Maria Sofia Corciulo, Nomos 3/2017, Note e commenti, Volume di Sandro Guerrieri

Fulco Lanchester, In ricordo di Mario D’Addio

La scomparsa di Mario D’Addio(1923-2017)fornisce l’occasione per significare non soltanto l’ammirazione, la stima e la gratitudine per uno studioso come Mario D’Addio , ma anche rendere espliciti gli stretti rapporti che vi sono stati e vi sono sin dalle origini di questa Facoltà tra i giuspubblicisti in senso lato (costituzionalisti e filosofi del diritto in … Leggi tutto “Fulco Lanchester, In ricordo di Mario D’Addio”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti, Ricordi | Contrassegnato Fulco Lanchester, Nomos 2/2017, Ricordi

Luigi Gianniti, La riforma del meccanismo europeo di stabilità. Un nodo critico nello sviluppo del processo di integrazione europea.

La Bild, il noto tabloid tedesco, ha lanciato il 23 agosto 2017 la notizia di una proposta attorno a cui starebbe lavorando il Ministro tedesco delle finanze e che comporterebbe la possibilità di utilizzare il cosiddetto fondo salvastati (il Meccanismo Europeo di Stabilità ESM), “non solo in caso di fallimento, ma anche per migliorare le … Leggi tutto “Luigi Gianniti, La riforma del meccanismo europeo di stabilità. Un nodo critico nello sviluppo del processo di integrazione europea.”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Luigi Gianniti, Nomos 2/2017, Note e commenti

Roberta Calvano, Influencing the public opinion or giving effective answers to the crisis? The EU perspective and the italian way

A recent statement by the head of the eurozone’s finance ministers concerning crisis-hit European countries, saying they had wasted their money on “drinks and women”, and the ensuing refusal to apologize2 seems apt to bring new life (and folklore) to a weary debate on EU financial stability standards, anticrisis measures ineffectiveness and the future of … Leggi tutto “Roberta Calvano, Influencing the public opinion or giving effective answers to the crisis? The EU perspective and the italian way”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Nomos 2/2017, Note e commenti, Roberta Calvano

Laura Pelucchini, Diritto alla Privacy, data protection e costituzioni mute: la Corte Suprema indiana riconosce finalmente il diritto alla vita privata come inalienabile

“The makers of our Constitution undertook to secure conditions favorable to the pursuit of happiness. They recognized the significance of man’s spiritual nature, of his feelings, and of his intellect. They knew that only a part of the pain, pleasure and satisfactions of life are to be found in material things. They sought to protect … Leggi tutto “Laura Pelucchini, Diritto alla Privacy, data protection e costituzioni mute: la Corte Suprema indiana riconosce finalmente il diritto alla vita privata come inalienabile”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Laura Pelucchini, Nomos 2/2017, Note e commenti

Paolo Bonini, Gorsuch after Scalia. Il procedimento di nomina ed il pensiero del primo Justice di Donald Trump alla Corte Suprema degli Stati Uniti

La morte del Justice Antonin Scalia, il 16 febbraio 2016, ha lasciato vacante un seggio della Corte Suprema2. Il presidente Barack Obama ha tentato di sostituirlo proponendo Merrick Garland al suo posto. Tuttavia dopo un ostruzionismo dei Democratici al Senato (a maggioranza Repubblicano) durato più di 290 giorni, la proposta di nomina è stata ritirata. … Leggi tutto “Paolo Bonini, Gorsuch after Scalia. Il procedimento di nomina ed il pensiero del primo Justice di Donald Trump alla Corte Suprema degli Stati Uniti”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Nomos 2/2017, Note e commenti, Paolo Bonini

Giulia Aravantinou Leonidi, On the Edge of Crisis. Le ipotesi di crisi costituzionale e l’ombra dell’impeachment nei primi mesi della presidenza Trump

Scriveva Bryce in The American Commonwealth « The choice of the President, by what is now practically a simultaneous popular vote, not only involves once in every four years a tremendous expenditure of energy, time, and money, but induces of necessity a crisis which, if it happens to coincide with any passion powerfully agitating the … Leggi tutto “Giulia Aravantinou Leonidi, On the Edge of Crisis. Le ipotesi di crisi costituzionale e l’ombra dell’impeachment nei primi mesi della presidenza Trump”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Giulia Aravantinou Leonidi, Nomos 2/2017, Note e commenti

Alberto Lucarelli, Alcune considerazioni in merito ai beni comuni tra sotto categorie giuridica e declinazione di variabile

Guido Gonella ne La nozione di bene comune (1938)1, sottolineava quando negli anni Trenta si rivendicavano i misconosciuti diritti della persona e si lavorava per l’avvento di un sistema democratico, sembrava che il problema del futuro non fosse tanto l’affermazione dei diritti della persona, quanto la chiara coscienza dei suoi doveri: rivendicare la priorità del … Leggi tutto “Alberto Lucarelli, Alcune considerazioni in merito ai beni comuni tra sotto categorie giuridica e declinazione di variabile”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Alberto Lucarelli, Nomos 2/2017, Note e commenti

Rosanna Fattibene, Una riflessione sul biodiritto a partire dal dibattito italiano sulla diagnosi genetica preimpianto

La materia oggetto del biodiritto1 si presta a tendere, fino all’estenuazione, le principali cinghie di tenuta del sistema giuridico, facendo emergere, di questo, contraddizioni e fragilità. Si tratta, per lo più, di problematicità risalenti, forse strutturali, che, all’oggi, si caricano, però, di una tale “novità problematica” da rendere particolarmente ardua, per organi ed apparati (di … Leggi tutto “Rosanna Fattibene, Una riflessione sul biodiritto a partire dal dibattito italiano sulla diagnosi genetica preimpianto”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Nomos 1/2017, Note e commenti, Rosanna Fattibene

Maciej Miżejewski, La crisi dell’ordine costituzionale in Polonia negli anni 2015 e 2016 con le sue conseguenze politiche

Abstract. In seguito alle ultime elezioni parlamentari in Polonia tenutesi a ottobre del 2015 il partito “Diritto e giustizia” ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi permettendo di creare il governo senza alleati. Di conseguenza, il leader del partito vincente ha introdotto un modo autoritario di governare il paese, suscitando forti preoccupazioni delle istituzioni europee … Leggi tutto “Maciej Miżejewski, La crisi dell’ordine costituzionale in Polonia negli anni 2015 e 2016 con le sue conseguenze politiche”

Pubblicato in: Nomos, Note e commenti | Contrassegnato Maciej Miżejewski, Nomos 1/2017, Note e commenti