REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Brexit Bill all’esame della Camera dei Lords

Mana oramai meno di un anno al 29 marzo 2019, giorno in cui il Regno Unito uscirà dall’Unione europea e, mentre è iniziato il conto alla rovescia, il clima appare ancora segnato da profonda incertezza. Un’incertezza che non riguarda solo il contenuto dell’accordo che il Paese riuscirà a raggiungere con l’Europa, ma che si estende … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il Brexit Bill all’esame della Camera dei Lords”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 1/2018, Regno Unito

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il rapporto governo – parlamenti ai tempi della Brexit e le nuove sfide per la Costituzione britannica

Nel Regno Unito il tema della Brexit è stato il leitmotiv anche dell’ultimo quadrimestre dell’anno. L’uscita dall’Unione europea non presenta solo problemi di natura politica per la tenuta del Governo, diviso al suo interno tra sostenitori della soft o della hard Brexit, ma solleva anche interessanti e complesse questioni di natura costituzionale. L’esecutivo May, in … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il rapporto governo – parlamenti ai tempi della Brexit e le nuove sfide per la Costituzione britannica”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato BREXIT, Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2017, Rapporto governo-parlamenti, Regno Unito

REGNO UNITO, Giulia Caravale, European Union (withdrawal) Bill 2017-2019: un test decisivo per la tenuta del Governo May.

In office but not in power. Questo è il giudizio espresso da alcuni commentatori politici su Theresa May dopo le elezioni anticipate per la Camera dei Comuni dell’8 giugno che la Premier aveva indetto a sorpresa per rafforzare la propria maggioranza e che hanno portato, invece, ad un nuovo hung parliament. La May aveva deciso … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, European Union (withdrawal) Bill 2017-2019: un test decisivo per la tenuta del Governo May.”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 2/2017

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Dalla sentenza Miller allo scioglimento della Camera dei Comuni

Nel Regno Unito il quadrimestre preso in esame è stato particolarmente denso di avvenimenti di rilevanza costituzionale. Senza dubbio la nostra analisi deve prendere le mosse dalla sentenza R (on the application of Miller and another) (Respondents) v Secretary of State for Exiting the European Union (Appellant) REFERENCE by the Attorney General for Northern Ireland … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Dalla sentenza Miller allo scioglimento della Camera dei Comuni”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato cronache, Giulia Caravale, Nomos 1/2017

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Sovranità parlamentare vs Sovranità popolare: nel Regno Unito si discute “the constitutional case of the century”

Il caso R (Miller) -v- Secretary of State for Exiting the European Union è stato definito dai commentatori politici e dalla dottrina come “the constitutional case of the century”1. I fatti che hanno condotto alla sentenza sono noti: a seguito dell’inaspettato risultato del referendum sulla Brexit del 23 giugno scorso e delle dimissioni del premier … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Sovranità parlamentare vs Sovranità popolare: nel Regno Unito si discute “the constitutional case of the century””

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Cronache costituzionali dall'estero, Giulia Caravale, Nomos 3/2016, Regno Unito, sovranità parlamentare, sovranità popolare

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?

Il quadrimestre preso in esame in questo numero della rivista rappresenta uno spartiacque per la recente storia del Regno Unito, soprattutto perché il referendum sulla Brexit ha dato il via ad un processo irreversibile che porterà all’uscita del Regno Unito dall’Europa. Il risultato referendario, anche se estremamente traumatico, non costituisce tuttavia l’unico elemento di rottura, … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Verso un’evoluzione del modello Westminster?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Camera dei Lords, CHILCOT REPORT, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, ELEZIONI, ELEZIONI DEL 5 MAGGIO, FRODE ELETTORALE, Galles, Giulia Caravale, governo, HONOURS LIST, IL GOVERNO MAY, IL REFERENDUM SULLA BREXIT, Irlanda del Nord, maggio-agosto 2016, Nomos 2/2016, Parlamento, PARTITI, PARTITO CONSERVATORE, PARTITO LABURISTA, Queen’s Speech, Regno Unito, Scozia, UKIP

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi

Nel Regno Unito il dibattito politico – costituzionale dei primi mesi del 2016 appare incentrato, in modo particolare, sul complesso tema della sovranità del parlamento, declinato nelle sue diverse accezioni. La tutela di detta sovranità è uno degli elementi che ha spinto, ad esempio, il Premier Cameron a ridefinire con gli altri Paesi europei il … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Lo Scotland Act 2016 e la permanenza delle istituzioni scozzesi”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, BREXIT, Camera dei Lords, campagne elettorali, DIFFICOLTÀ NEL GOVERNO, ELEZIONE DI UN HEREDITARY PEER, ELEZIONI, EVEL, Finanziamento dei partiti, Galles, Giulia Caravale, governo, INTER-INSTITUTIONAL RELATIONS, Irlanda del Nord, Parlamento, PARTITI, PRIVATE MEMBERS’ BILL INQUIRY, Regno Unito, Saggi, Scozia

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Lo Strathclyde Report e il nuovo dibattito sui poteri della Camera dei Lords

Il 26 ottobre i Lords hanno esaminato uno statutory instruments del Tesoro, già approvato dai Comuni, il Tax Credits (Income Thresholds and Determination of Rates) (Amendment) Regulation 2015 e hanno votato per il rinvio dell’implementazione della riforma governativa. La vicenda ha dato vita ad un acceso dibattito sui rapporti tra la Camera dei Lords ed … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Lo Strathclyde Report e il nuovo dibattito sui poteri della Camera dei Lords”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Cities and local government devolution Bill, Conferenze di partito, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, Draft Wales Bill, elezione del leader laburista, ELEZIONI, Elezioni suppletive, English Votes for English Laws, European Union Referendum Act, EVEL, Galles, Giulia Caravale, governo, Inghilterra, Irlanda del Nord, Nomos 3/2015, Parlamento, PARTITI, Precedent book, Rapporto con l'Europa, Regno Unito, Scotland Bill, Scozia, Selezione del candidato sindaco di Londra, Siria, Strathclyde Report, Voto sulla Siria

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Verso una nuova sospensione della devolution nord irlandese?

In questi mesi è apparso particolarmente evidente il carattere asimmetrico dell’assetto territoriale britannico. Come noto, infatti, fin dall’introduzione della devolution nel 1998, il governo Blair aveva conferito alle assemblee di Scozia, Galles ed Irlanda del Nord poteri diversi, in considerazione delle peculiari realtà presenti nei singoli territori, e aveva lasciato fuori dal progetto devolutivo l’Inghilterra. … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Verso una nuova sospensione della devolution nord irlandese?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, Camera dei Lords, Commissione Smith, CORONA, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, devolution, ELEZIONI, Elezioni dei leaders del partito laburista e di quello liberal democratico, Elezioni per la Camera dei Comuni, European Union Referendum Bill, EVEL, Galles, Giulia Caravale, governo, Hunting Act, Inghilterra, Inizio della nuova Legislatura e Queen’s speech, Irlanda del Nord, Nomos 2/2015, Parlamento, PARTITI, Queen’s Speech, Regno Unito, Rowe Report, Scotland Act 2012, Scotland Bill, Scozia, Stormont House Agreement, West Lothian question

REGNO UNITO: Giulia Caravale, La fine di una legislatura atipica

La legislatura che si è chiusa a marzo del 2015 sarà ricordata nella storia del Regno Unito come uno dei rari casi di hung parliament. L’esecutivo di coalizione che ne è derivato ha comportato l’introduzione di alcune novità per il funzionamento della forma di governo, tra le quali appaiono particolarmente rilevanti il Fixed-term Parliaments Act … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, La fine di una legislatura atipica”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato (Expulsion and Suspension) Act 2015, autonomie, Backbench Business Commitee, Camera dei Lords, Campagna elettorale, Corti, Counter-Terror and Security Act 2015, Criminal Justice ad Courts Act 2015, Cronache costituzionali dall'estero, Dibattito sull’introduzione di una Costituzione scritta, ELEZIONI, Finanziamento dei partiti, Galles, Giulia Caravale, governo, hung parliament, Inghilterra, Irlanda del Nord, McHugh and Others v. The United Kingdom, Nomos 1/2015, Parlamento, Parlamento e Unione Europea, PARTITI, R (on the Aplication of Evans) and Another (Respondents) v Her Majesty’s Attorney General (Appellant), Ranger v House of Lords, Recall of MPS Act 2015, Regno Unito, Review of efficiency in criminal proceedings, Scozia

REGNO UNITO, Giulia Caravale, “It’s England’s turn now”? Prospettive per il futuro assetto territoriale britannico all’indomani del referendum scozzese

The dawn of a new era of constitutionalism: così M. Elliot ha definito l’impatto che le future riforme relative alla devolution scozzese potrebbero avere sull’ordinamento istituzionale del Regno. Senza dubbio è proprio il referendum del 18 settembre con il quale la Scozia ha respinto il progetto di indipendenza il principale evento che ha segnato gli ultimi … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, “It’s England’s turn now”? Prospettive per il futuro assetto territoriale britannico all’indomani del referendum scozzese”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, CONFERENZE ANNUALI DI PARTITO, COUNTER-TERROR AND SECURITY BILL, Cronache costituzionali dall'estero, DIMISSIONI DI MINISTRI, ELEZIONI, Elezioni suppletive, Europa, Galles, Giulia Caravale, governo, Inghilterra, Irlanda del Nord, LAW COMMISSION, Nomos 3/2014, Parlamento, PARTITI, RAPPORTO GOVERNO CAMERA DEI LORDS, RECALL, Regno Unito, Scozia

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una nuova Magna Carta per il XXI secolo?

Il risultato delle elezioni europee, svoltesi a maggio, ha messo ancora una volta in evidenza il difficile rapporto tra il Regno Unito e l’Europa. Un elettore su tre ha, infatti, scelto l’Ukip, l’United Kingdom Independence Party il quale ha vinto le elezioni, collocandosi prima del partito laburista e di quello conservatore. L’Ukip, nato nel 1993 … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una nuova Magna Carta per il XXI secolo?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, British Bill of Right, Camera dei Lords, Civil service, CORONA, Cronache costituzionali dall'estero, Data retention and investigatory powers Bill, ELEZIONI, Elezioni europee, Elezioni suppletive, Galles, Giulia Caravale, governo, Inghilterra, Irlanda del Nord, Nomos 2/2014, Parlamento, Queen's consent, Queen’s Speech, Regno Unito, Reshuffle, Role and powers of the Prime Minister, Ruolo del giudiziario, Scozia, Tabloidgate

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Con il consenso del sovrano: il rapporto dell’House of Commons Political and Constitutional Reform Committee

Il 26 marzo 2014 l’House of Commons Political and Constitutional Reform Committee ha pubblicato il rapporto The impact of Queen’s and Prince’s consent on the legislative process. Il documento prende in esame il consent, vale a dire il consenso espresso dalla regina o dal principe di Galles sui bills relativi alle prerogative regie, alle “hereditary … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Con il consenso del sovrano: il rapporto dell’House of Commons Political and Constitutional Reform Committee”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, bilancio, BY ELECTION, Cabinet Office, Camera dei Lords, CODE OF CONSTITUTIONAL STANDARDS, Con il consenso del sovrano: il rapporto dell’House of Commons Political and Constitutional Reform Committee, Constitutional Reform Committee, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, DIMISSIONI ALL’INTERNO DELL’ESECUTIVO, ELEZIONI, Europa, European Union Referendum Bill, Galles, Giulia Caravale, Govermnent Bill, governo, GOVERNO DI COALIZIONE, I LIBERAL DEMOCRATICI, Irlanda del Nord, LABURISTI, l’Office of the Parliamentary Counsel, Nomos 1/2014, Non-Party Campaigning and Trade Union Administration Bill, Parlamento, PARTITI, Private Members’ Bill, R (HS2 ACTION ALLIANCE LTD) V SECRETARY OF STATE FOR TRANSPORT, Scozia, Transparency of Lobbying

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il white paper Scotland’s Future e i quesiti ancora irrisolti dell’indipendenza

Uno dei principali eventi che hanno caratterizzato l’ultimo quadrimestre del 2013 nel Regno Unito risulta la pubblicazione, da parte del governo scozzese, del White Paper Scotland’s Future. Your guide to an Independent Scotland, avvenuta il 26 novembre. Il lungo documento, definito dal First Minister Alex Salmond come “the most comprehensive blueprint for an independent country … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Il white paper Scotland’s Future e i quesiti ancora irrisolti dell’indipendenza”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato ATTIVITÀ DEI COMITATI, autonomia, autonomie, Camera dei Lords, Conferenze di partito, Corti, COSTO DELLA POLITICA, Cronache costituzionali dall'estero, diritto costituzionale, European Union Referendum Bill, Galles, Giulia Caravale, governo, IMMIGRATION BILL, Indipendentismo scozzese, Irlanda del Nord, MCGEOCH V THE LORD PRESIDENT OF THE COUNCIL & ANOTHER E LA QUESTIONE DEL VOTO AI DETENUTI, Nomos 3/2013, PARDON, Parlamento, PARTITI, POLICY ADVISERS E APPARATO BUROCRATICO, PRIVATIZZAZIONE SERVIZI POSTALI, R (CHESTER) V SECRETARY OF STATE FOR JUSTICE, RAPPORTO SULLA BUROCRAZIA, Regno Unito, Reshuffle, Scozia, TABLOIDGATE E REGOLAMENTAZIONE DELLA STAMPA, White Paper Scotland’s Future

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Debolezza dei partiti tradizionali e nuovo vigore del Parlamento

La vita politica e istituzionale del Regno Unito nell’ultimo quadrimestre presenta due temi particolarmente rilevanti. In primo luogo, le elezioni amministrative svoltesi nel mese di maggio sembrano confermare la crescente disaffezione nei confronti sia dei partiti di governo sia dei laburisti. Il successo dell’UKIP è stato letto, infatti, come espressione della crisi di legittimazione dei … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Debolezza dei partiti tradizionali e nuovo vigore del Parlamento”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato autonomie, CASO SNOWDEN, Corti, Cronache costituzionali dall'estero, diritto costitu, Economia, ELEZIONI AMMINISTRATIVE E SUPPLETIVE, Finanziamento dei partiti, Giulia Caravale, governo, HOUSE OF LORDS, IMPATTO DEL GOVERNO DI COALIZIONE, Irlanda del Nord, Nomos 2-2013, Parlamento, PARTITI, partiti inglesi, PARTITO LABURISTA, PRINCIPALI LEGGI APPROVATE, Queen’s Speech, R. (EVANS) V. ATTORNEY GENERAL, Rapporto con l'Europa, RAPPORTO SUI RESHUFFLES, Regno Unito, REGOLAMENTAZIONE DELLE LOBBIES E RECALL, Scozia, sistema partitico inglese, VOTAZIONI ELETTIVE E DELIBERATIVE, VOTO AI DETENUTI, WAR POWER

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una Constitutional Convention per il Regno Unito?

‘It is time to conduct a comprehensive review so that the Union can work well in the future…The Government’s options should include whether it should examine the case for a convention to look at the future constitutional structure of the UK’. Con queste parole il rapporto Do We Need A Constitutional Convention for the UK?, … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Una Constitutional Convention per il Regno Unito?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato ATTIVITÀ LEGISLATIVA E CHIUSURA DELLA SESSIONE PARLAMENTARE, autonomie, BILANCIO DI MID TERM, Camera dei Lords, Commission on the consequences of devolution for the House of Commons, COMPOSIZIONE DELL’ESECUTIVO, constitutional convention, CORONA, Corti, DIBATTITO SULLE RIFORME, diritto costituzionale, DO WE NEED A CONSTITUTIONAL CONVENTION FOR THE UK?, Elezioni suppletive, English Question, Europa, Galles, Giulia Caravale, governo, Irlanda del Nord, JUSTICE AND SECURITY ACT 2013, MARRIAGE (SAME SEX COUPLES) BILL, McKay Commission, Nomos 1/2013, Parlamento, Parliamentary Voting System and Constituencies Act 2011, PARTITI, Political and Constitutional Reform Committee, Queen's consent, RAPPORTO LEVESON, REFERENDUM NELLE FALKLANDS, Regno Unito, RIDEFINIZIONE DEI COLLEGI ELETTORALI, RIFORME ECONOMICHE, Scozia, SUCCESSION TO THE CROWN ACT 2013, VOTAZIONI ELETTIVE E DELIBERATIVE, West Lothian question

REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il fallimento della riforma della Camera dei Lords: verso una definitiva rottura dell’accordo di coalizione?

Il periodo preso in esame si è aperto con la sconfitta alle elezioni amministrative dei partiti che compongono la coalizione governativa, sconfitta che è stata interpretata come bocciatura della politica stessa dell’esecutivo. Di fatto il governo in questi mesi ha conosciuto profonde divisioni interne, soprattutto sui temi delle riforme, al punto che i commentatori politici … Leggi tutto “REGNO UNITO, Giulia Caravale, Il fallimento della riforma della Camera dei Lords: verso una definitiva rottura dell’accordo di coalizione?”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Regno Unito | Contrassegnato Nomos 2/2012

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Flessibilità e complessità del sistema parlamentare britannico. Il nodo dei due referendum

Il 2012 ha contribuito ad evidenziare le articolazioni e le complesse sfaccettature del sistema parlamentare britannico il quale, pur ancorato alla tradizione, sembra riuscire sempre ad evolversi e ad adeguarsi alle novità. L‟anno che si chiude non è stato certo semplice per il Premier David Cameron e il suo governo e molteplici sono le sfide … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Flessibilità e complessità del sistema parlamentare britannico. Il nodo dei due referendum”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Regno Unito | Contrassegnato Nomos 3/2012

REGNO UNITO: Giulia Caravale, “Hard Times”per il governo di coalizione? Cronache dal Regno Unito, gennaio-aprile 2012

Il 2012 rappresenta un anno di significativi anniversari per il Regno Unito, dal diamond jubilee della regina Elisabetta II, al trono dal 1952, al bicentenario della nascita di Charles Dickens. I due eventi sono celebrati in tutto il Regno con importanti iniziative. E proprio il capolavoro di Dickens sembra fornire il titolo più adatto per … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, “Hard Times”per il governo di coalizione? Cronache dal Regno Unito, gennaio-aprile 2012”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Nomos 1/2012, Regno Unito

REGNO UNITO: Giulia Caravale, Hung Parliament e political constitution. Cronache dal Regno Unito tra euroscetticismo e localismo, 2010-2011.

Il biennio 2010 – 2011 risulta segnato, nel Regno Unito, dallo storico risultato delle elezioni politiche del 6 maggio 2010 che, rispecchiando le aspettative, hanno sancito la sconfitta del partito laburista – al potere dal 1997 – e registrato una tiepida vittoria per i Conservatori di David Cameron, i quali non sono riusciti ad ottenere … Leggi tutto “REGNO UNITO: Giulia Caravale, Hung Parliament e political constitution. Cronache dal Regno Unito tra euroscetticismo e localismo, 2010-2011.”

Pubblicato in: Cronache costituzionali dall'estero, Nomos, Regno Unito | Contrassegnato Gran Bretagna, Nomos 1/2012